Inter Juventus, Buffon: “Non abbiamo ancora il 100% della rabbia”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Buffon commenta

Il risultato che non ti aspetti, Inter Juventus, 2 a 1 per la squadra Handanovic e compagni dopo le pesanti critiche arrivate dopo il ko in Europa League. Inter Juventus, è arrivato il pronto riscatto da parte dei neroazzurri che si lanciano prepotentemente in campionato.
Nuovo campanello di allarme invece per la Juventus dopo il pareggio all’esordio in Champions League contro il Siviglia di mercoledì scorso.
Perde così la testa della classifica la squadra di Allegri che adesso si trova a quota 9 assieme al sempre più sorprendente Sassuolo. In testa con 10 punti c’è il Napoli di un super Milik. Sono bastati pochi giorni per far tornare la Juventus con i piedi per terra dopo i grandi e meritati elogi avuti dopo la bella vittoria contro il Sassuolo, arrivata grazie ad una super prestazione con gran gol di Higuain.
Inter Juventus, a fin e partita Buffon a Sky Sport ha analizzato la partita in maniera chiara ed approfondita:

“Pur non giocando una gran gara per 60′ eravamo riusciti a portarci in vantaggio. Una squadra come noi non deve perdere una partita simile. Queste partite non si portano a casa con la tattica ma con un altro tipo di ingredienti. però però anche che a inizio campionato sia usuale avere degli alti e dei bassi e credo che alla fine questa sconfitta ci farà bene. Non credo che abbiamo sottovalutato l’impegno, però qualcosa dobbiamo migliorare perché abbiamo perso gol su angolo e non è da noi. Ogni minimo errore di appoggio prendiamo gol e quando succede è perché ancora non abbiamo il 100% della rabbia e della cattiveria per vincere le gare o per non perderle. Alla fine penso che sia normale a inizio stagione”

Buffon ha poi parlato di cosa può non aver funzionato contro l’Inter questa sera. Nessuno si sarebbe aspettato un’Inter così aggressiva, determinata e vittoriosa. Ma anche di una Juventus in grado di farsi rimontare e di perdere la testa della classifica. E’ stata la serata del riscatto di tutti, mister e giocatori:

“Al di là di quello che si dice di noi da parte egli addetti ai lavori, serve dimostrarlo in campo. No è la carta che fa la differenza. Avevamo concesso quattro palle gol anche al Sassuolo in casa e una squadra come noi non deve permettere agli altri di creare così tanto. Col Siviglia abbiamo subito critiche, ma secondo me la Juve aveva giocato meglio. Oggi con un atteggiamento diverso questa partita l’avremmo vinta”.

Ancora un Dybala a secco tra campionato e Champions League. Contro l’Inter l’attacco, così come contro il Siviglia, non ha funzionato: Higuain entrato nella ripresa non ha inciso in questa gara determinante, Mandzukic schierato titolare dal 1′ in ombra. Allegri avrà molto da lavorare nei prossimi giorni non solo in attacco, ma anche in difesa:

“Io penso che una delle forze della Juventus sia quello di prendere un gol ogni due partite, per questo le gare si vincono. Sui gol fatti siamo nella media, ma abbiamo subito qualche gol in più. Ne abbiamo presi già quattro e dobbiamo migliorare quell’aspetto lì”

  •   
  •  
  •  
  •