Inter, Presentazione Gabigol (VIDEO): “Voglio fare la storia della società. Icardi un idolo!”

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
Gabigol alla sua presentazione all'Inter. Fonte: Sportmediaset.it

Gabigol alla sua presentazione all’Inter. Fonte: Sportmediaset.it

Inter, Presentazione di Gabigol

Al Pirelli Auditorium di Milano, è il giorno della presentazione di Gabriel Barbosa, Gabigol. Presenti il ds Piero Ausilio e il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti, Steven Zhang e Tronchetti Provera. Quest’ultimo è il primo a parlare: “E’ un giorno speciale, abbiamo l’occasione di presentare circa 20 anni dopo, un grande brasiliano. Per Gabriel è una grossa responsabilità perchè l’ultimo brasiliano che ho presentato si chiamava Ronaldo. Colgo l’occasione per fare gli auguri al Fenomeno che oggi compie 40 anni. Gabriel non ha nessuna responsabilità, deve pensare solo a giocare, non gli mettiamo alcuna pressione. Vedo contenti anche tanti nostri dipendenti e collaboratori che sono juventini, tutto questo perché siamo a metà settimana, lunedì l’atmosfera sarebbe stata diversa. Ringrazio tutti, ringrazio Steven che dovrà esser spesso a Milano perché la società ha bisogno di esser presente”. Poco dopo Ausilio tesse le lodi del talento ex Santos: “E’ un ragazzo di talento con tanta umiltà, lui ha voluto l’Inter grazie al Suning e al nostro presidente, siamo riusciti a trasformare questo sogno in realtà”

Gabigol: “Inter la prima opzione”

Ecco le prime parole di Gabigol all’Inter: “Sono molto contento, molto felice per esser qui. E’ un giorno molto speciale, mi fa piacere di far parte di questa società, ringrazio tutti e Forza Inter!”. Sono molto contento per questo momento, non voglio fare paragoni, sono Gabriel e l’Inter è una grande squadra, una grande tifoseria, voglio fare la storia di questa società”. L’Inter è stata sempre la mia prima opzione, una squadra con grandi giocatori, un grande allenatore e una grande struttura. Quello che è importante per me ora è dare una mano, imparare, aiutare i miei compagni e vincere il massimo”. È un momento speciale per la mia vita. La mia famiglia e i miei amici sono qui. Ci sono stati tanti impegni in questi mesi. Ho un fisioterapista personale che mi segue. Sono focalizzato, l’Inter mi ha dato tempo per riposare. Sono in forma“. “L’Inter ha avuto grandissimi giocatori ma era un’altra era. Davano tutto in campo, lottavano fino all’ultimo momento. È quello che voglio fare io, lottare e fare gol. Ma io non sono il giocatore principale della squadra, ce ne sono altri più importanti, tra cui anche brasiliani come Miranda e Felipe Melo”.  Sulla sua posizione in campo e il nuovo tecnico Frank De Boer.  “Posso giocare in qualsiasi maniera. Dipende dall’allenatore. Voglio contribuire alla squadra e sono ansioso di debuttare“. “Ci avevo già parlato(con De Boer) al telefono prima di arrivare in Italia. La squadra sta giocando bene e sta vincendo, non è importante dove giocherò“.  “L’Inter ha grandi attaccanti, come Eder, Perisic e Maurito e altri. Icardi è un idolo, l’ho sempre seguito. Segna sempre, noi possiamo dare un grande contributo alla squadra”. C’è tempo per parlare di obiettivi stagionali: “Spero che vinca, che vinca tutto. Ha grandi giocatori, un grande allenatore e un nuovo progetto. Conta solo vincere”.

VIDEO DI PRESENTAZIONE DI GABIGOL

 

Leggi anche:  Morte Maradona, il saluto di Dries Mertens: "Ti chiedo scusa se il mio nome è stato accostato al tuo"

  •   
  •  
  •  
  •