Inzaghi: “Milan? Troppo tempo che non vinciamo là. Su Biglia…”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Foto Marco Rosi/LaPresse 09 06 2015 Savona ( Italia ) Sport-Calcio Finali Campionato Itlaino Primavera TIM 2014-2105 incontro  Inter Vs SS Lazio vallo stadio Bacigalupo di Savona Nella foto Simone Inzaghi

Vigilia per Lazio a Formello in vista del match di domani sera a San Siro con il Milan. Sarà il primo turno infrasettimanale della stagione, ricordando che c’è ne saranno tre in tutto. Da poco è terminata la conferenza stampa di Simone Inzaghi, ecco le sue dichiarazioni:

Sulla difesa a tre: “Al di là dei moduli, serve guardare l’interpretazione della squadra. Mi hanno dimostrato di saper interpretare la difesa a 4, ma abbiamo maturità e siamo in grado di cambiare soluzioni. Per domani vediamo, abbiamo poco tempo e metteremo comunque in campo la miglior Lazio possibile. Sarà una gara intensa, dovremo cercare di giocare nel migliore dei modi, di interpretarla bene e vincere i duelli individuali”.

Sulla risposta della squadra alle sue indicazioni: “Io sono felice dei ragazzi, ma tanti li conoscevo bene. Lo scorso anno mi hanno dato grande disponibilità e anche quest’anno mi stanno seguendo. So che star fuori non piace a nessuno e che qualcuno sarà scontento, è normale”.

Leggi anche:  Carlo Pellegatti difende a spada tratta il Milan: "Non si tiene conto assolutamente che giochiamo mediamente con sei, sette assenti"

Su Biglia: “Non ci sarà, stamani ha provato ma sentiva ancora fastidio. Il suo è un problema importante, ma nell’arco del campionato possono succedere certe cose”.

Su Felipe Anderson: “Credo sia maturo per fare questo ruolo. Col Pescara ha lavorato molto e io sono felice della sua intensità negli allenamenti. Se uno si allena bene i frutti si vedono”.

Sul Milan: “C’è poco tempo, ne servirebbe tanto di più per preparare una sfida del genere ma il calendario è questo per tutti”.

Su Milinkovic-Savic: “Ha preso tante botte ma ha recuperato, è pronto per giocare”.

Sul come sta la Lazio: “Sono ampiamente soddisfatto di questo inizio di campionato, anche con la Juve non avremmo meritato di perdere. Siamo in crescita, questa è una squadra che ha margini di miglioramento. Stiamo cercando di far integrare i nuovi ma possiamo fare ancora meglio”.

Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...

Su Keita: E’ rientrato nel migliore dei modi. Domenica col Pescara ci ha dato una scossa importante. Ha fatto una preparazione particolare, di volta in volta deciderò se utilizzarlo o no”.

Su De Vrij: “Si sta allenando benissimo e il ginocchio risponde bene. E’ un grande giocatore che ci sta aiutando a migliorare partita dopo partita”.

Su Cataldi: “Lui e Djordjevic per me sono state le più belle sorprese, ma non avevo dubbi perché si allenano sempre bene”.

Su Kishna: “E’ rimasto fuori dai convocati per scelta tecnica. Dispiace ma qualcuno di volta in volta deve restare fuori”.

Sul Milan: “E’ una partita importante e difficile che dovremo interpretare nel migliore dei modi. Servirà tanto agonismo, dobbiamo invertire la statistica quando giochiamo a San Siro perché è troppo tempo che non vinciamo là”.

Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?

Sul campionato: “E’ difficile, ogni squadra è organizzata e ci sono buoni giocatori. Dopo la gara col Chievo ho detto che quando non riesci a vincere, è giusto non perdere. Il Chievo è una squadra ostica, tutte le partite devono essere affrontate nel migliore dei modi”.

Ancora sul Milan: “Hanno giocatori di qualità in ogni zona del campo. Contro la Samp sono stati compatti e al momento giusto hanno colpito”.

  •   
  •  
  •  
  •