Juventus-Cagliari, arbitra Mariani

Pubblicato il autore: Loredana Falduzza Segui

jst
Juventus-Cagliari, in programma mercoledì 21 alle ore 20,45, per il turno infrasettimanale di Serie A, quinta giornata, sarà arbitrata da Maurizio Mariani della sezione Aia di Aprilia, Latina.  Il fischietto laziale sarà coadiuvato dagli assistenti Marzaloni e Carbone. Il quarto ufficiale sarà il signor Giallatini, addizionali Doveri e Chiffi. Per l’arbitro Mariani, classe 1982, si tratterà della prima direzione di un match della Juventus.

La Juventus non perdeva contro l’Inter, in campionato, dal 2010. Per i tifosi bianconeri è stata una battuta d’arresto amara, in quello che da più parti viene definito il derby d’Italia. La Juventus ha concesso troppo ai nerazzurri. Non è sembrata la solita Juve, lucida nel fraseggio e fluida nella costruzione, capace di tenere alta la tensione sino alla fine del match. Dopo il gol di Lichsteiner, propiziato da un cross di alex Sandro, l’Inter ha avuto il merito di scuotersi, di tentare con determinazione la via del pari e, poi, della vittoria.

Il tabellino:

INTER: Handanovic; Santon (34′ s.t. Miangue), Miranda, Murillo, D’Ambrosio; Joao Mario, Medel (30′ s.t. Melo); Candreva, Banega, Eder (24′ s.t. Perisic); Icardi. Allenatore: De Boer.
JUVENTUS: Buffon; Benatia (25′ p.t. Barzagli), Bonucci, Chiellini (35′ s.t. Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro; Mandzukic (29′ s.t. Higuain), Dybala. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Tagliavento.
Reti: 21 s.t. Lichtsteiner, 23 s.t. Icardi, 33′ Perisic.

Archiviata la sconfitta con l’Inter, la squadra bianconera si prepara alla partita con il Cagliari. Fra i giocatori c’è notevole voglia di rifarsi dopo una battuta d’arresto maturata dopo che i nerazzurri erano andati sotto di un gol. Medhi Benatia, nella gara con l’Inter, ha riportato un trauma distrattivo alla regione adduttoria della coscia sinistra. L’entità dell’infortunio verrà valutata nei prossimi giorni. Domani la squadra di Massimiliano Allegri sarà in campo al pomeriggio per proseguire la preparazione. Prima dell’allenamento, il tecnico incontrerà i giornalisti in conferenza stampa, alle ore 13 a Vinovo. Contro il Cagliari, lo Stadium sarà ancora una volta “sold out”. Si preannuncia una cornice di pubblico imponente.

Il Cagliari è reduce da una brillante affermazione sull’Atalanta, un perentorio 3-0 che la dice lunga sulla qualità della prestazione sfoderata dai sardi. Un successo pieno e meritato. I rossoblù hanno interpretato nel modo migliore l’impegno, con un atteggiamento grintoso e deciso, risultato decisivo nei momenti cruciali del match. L’Atalanta è rimasta frastornata dal ritmo dei padroni di casa, già in vantaggio dopo appena otto minuti, tanti ne sono bastati a Borriello per superare Berisha. Il primo tempo si è concluso 1-0, nella ripresa il Cagliari ha messo a segno subito il gol del raddoppio con Sau. Sotto di due gol, il Cagliari non ha mai smesso di attaccare e, a poco più di un quarto d’ora dalla fine, ha chiuso la gara nuovamente con un gol di Borriello.

Il tabellino:

CAGLIARI: Rafael; Pisacane (34′ s.t. Bittante), Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Isla, Tachtsidis, Padoin; Joao Pedro (18′ s.t. Barella); Sau, Borriello.
ATALANTA: Berisha; Toloi, Zukanovic, Masiello (1′ s.t. D’Alessandro); Conti, Kessie, Carmona (14′ s.t. Grassi), Kurtic (11′ s.t. Gagliardini), Konko; Paloschi, Gomez.
Arbitro: Fabbri.
Reti: 8’ p.t. Borriello; 10’ s.t. Sau, 28’ s.t. Borriello.

  •   
  •  
  •  
  •