Juventus-Cagliari: la sintesi e le voci dei protagonisti

Pubblicato il autore: ilaria nespoli Segui

Juventus-Cagliari, La Vecchia Signora si riprende la testa della classifica. Solo pareggio per il Napoli contro il Genoa

Risultati e classifica aggiornata dopo la 5° giornata di Serie A

Highlights Juventus-Cagliari 2-1 (14’ Rugani, 32’ Higuain, 39’ Dani Alves, 83’ Lemina): La Juventus allontana definitivamente i fantasmi di San Siro, tornando a vincere contro il Cagliari degli ex Sturaro e Padoin. Un successo che consente alla Juve di tornare capolista, grazie allo 0-0 del Napoli contro il Genoa.
Un poker calato con la voce grossa dalla squadra di Max Allegri che domina completamente il match contro il Cagliari schierato a trazione anteriore, forse in maniera un po’ troppo velleitaria, da Massimo Rastelli con l’attacco guidato da Marco Borriello e Juao Pedro e Marco Sau.
Per la Juve, c’è Higuain schierato dal primo minuto, Hernanes davanti la difesa al posto di Pjanic, schierato come centrocampista avanzato dopo le difficoltà dimostrate nel ruolo di registra domenica contro l’Inter.

La Juventus si dimostra subito padrona completa del campo e al 14’ del primo tempo passa in vantaggio grazie a un gol di Rugani, alla prima rete in maglia bianconera nell’esordio stagionale, per l’infortunio di Leonardo Bonucci. Il secondo gol di Juventus-Cagliari arriva circa venti minuti dopo al 32’ con il solito Higuain che, dopo essere stato fermato qualche minuto prima dal palo e da un miracolo di Storari, realizza il suo al quarto centro stagionale.
Il Cagliari subisce il colpo e non riesce proprio a contrastare il gioco bianconero e al 39’ anche Dani Alves può unirsi alla festa grazie ad un tiro da fuori che trafigge la porta cagliaritana. Per l’ex giocatore di Barcellona e Siviglia è il primo gol in assoluto con la Juventus.

Il secondo tempo di Juventus-Cagliari è l’esatta fotocopia del primo con le giocate juventine che aiutano a distinguere i giocatori in campo: se le maglie delle due squadre sono fin troppo simili, non lo è il gioco espresso dai rispettivi calciatori. Dopo Buffon, messo a riposo da Allegri per una contusione al ginocchio, anche Neto è spettatore non pagante con la formazione sarda a secco di tiri in porta anche nella seconda metà di gioco. All’83’ Lemina chiude le marcature bianconere, aiutato da un rimbalzo sfortunato di Ceppitelli che punisce oltremodo il suo portiere Storari, migliore in campo dei sardi.

Insomma, Juventus-Cagliari per la Vecchia Signora è poco più di un allenamento e gli applausi dello Stadium sono a scena aperta per tutti, anche per Hernanes fino a quel momento bersaglio di non poche critiche da parte dei tifosi. Ciliegina sulla torta: il ritorno in testa alla classifica. Uno strapotere fisico e tattico confermato dal tecnico del Cagliari Rastelli nelle dichiarazioni di fine gara.

Unica nota stonata della serata è il mancato gol di Dybala, ancora a secco di rete in questa stagione ma ormai entrato nel cuore dei tifosi bianconeri che gli regalano una standing ovation, dopo l’uscita dal campo per Pjaca. Della Jola ha parlato nel post partita anche Max Allegri: “Dybala? Ne avrà di occasioni per segnare, sono contento della sua prestazione”. Quindi l’allenatore livornese è tornato a parlare della partita e ai microfoni di Mediaset Premium ha dichiarato:

L’importante era tornare a vincere e tornare in vetta alla classifica. E’ normale che dopo l’Inter ci fosse una reazione caratteriale e tecnica, questa squadra difficilmente sbaglia più di una partita. Stasera, al contrario di domenica, siamo stati bravi a dare intensità alla gara. Le critiche su di me? Lasciano il tempo che trovano”.

LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI MAX ALLEGRI E MASSIMO RASTELLI POST JUVENTUS-CAGLIARI

Alle dichiarazioni di Allegri, fa eco Andrea Barzagli:

Era importante reagire dopo la brutta prestazione di San Siro. Oggi abbiamo corso, abbiamo avuto rabbia. La sconfitta contro l’Inter è servita a farci capire che nulla è semplice e che ogni vittoria va sudata”.

GLI ALTRI RISULTATI DELLA 5A GIORNATA DI SERIE A

MILAN-LAZIO 2-0 (37’ Bacca, 74’ Nianag)
BOLOGNA SAMPDORIA 2-0 (45’ Verdi, 50’ Destro)
CHIEVO-SASSUOLO 2-1 (21’ Rigoni, 28’ Defrel, 40’ Castro)
EMPOLI-INTER 0-2 (10’ E 17’ Icardi)
GENOA-NAPOLI 0-0
PESCARA-TORINO 0-0
ROMA-CROTONE 4-0 (26’ El Shaarawy, 37’ Salah, 48’ e 57’ Dzeko)

Classifica alla 5a giornata di Serie A

Prossimo appuntamento a sabato 24 settembre con la Juventus subito impegnata alle 18. 00 al Barbera di Palermo e il Napoli che ospiterà in casa il Chievo, per due entusiasmanti anticipi della 6° giornata di Serie A 2016/17.

  •   
  •  
  •  
  •