Juventus, Pjaca: “Serie A difficile, ma voglio lo Scudetto e la Champions League!”

Pubblicato il autore: Alessandro Basta Segui

Juventus, Pjaca

Marko Pjaca è stato uno dei calciatori più cercati sul mercato in estate, poi la Juventus è riuscita a portarlo a Torino, mettendolo a disposizione di Massimiliano Allegri. L’attaccante ha ancora tempo per adattarsi alla Serie A e al calcio italiano, il tecnico ex Cagliari e Milan, lo aiuterà in questo processo come accaduto con Morata e Dybala. In attesa di capire di svelare tutte le sue doti ai tifosi bianconeri, l’ex Dinamo Zagabria si è raccontato ai microfoni di JTv.

Juventus, Pjaca si racconta: Scudetto da vincere e la Champions…

Ecco le parole di Marko Pjaca, riportate da Tutto Juve: “Tornare a casa è stato emozionante, sono stato felice, è stato un grande momento per me. Abbiamo dimostrato la nostra crescita, contro la Dinamo abbiamo giocato bene. È stata una grande vittoria, adesso dobbiamo continuare in questo modo. La foto di squadra? Qualcosa di nuovo per me. La Serie A non è semplice, devi essere sempre al massimo e dare il 100%, noi dobbiamo continuare a vincere. Il tuo sogno? Vincere lo Scudetto e fare il massimo in Champions League”. Dichiarazioni forti per un grande talento che fin dalle prime interviste della sua carriera ha dimostrato grande chiarezza di intenti, diretta conseguenza di un carattere deciso e determinato.

Leggi anche:  Khedira entra nel mirino del Milan: la Juve aspetta

Juventus, Pjaca nel futuro: genesi di un talento

Ormai da qualche anno si sente parlare del talento di Marko Pjaca. Già con la Dinamo Zagabria, l’esterno aveva dato prova delle sue grandi qualità offensive. Stiamo parlando di un classe 1995 che unisce qualità offensive a una grande determinazione, in campo e fuori. L’esplosione è arrivata puntualmente a Euro2016: con la sua Croazia, Pjaca ha fatto letteralmente impazzire la Spagna sulla sua fascia di competenza con dribbling a tutta velocità e giocate a ripetizione. Non solo estro, però, per l’ormai ex Dinamo, ma un fisico statuario che gli permette di reggere qualsiasi tipo di contrasto. Un mix perfetto che ha attirato le attenzioni di mezza Europa, ma alla fine la Juventus ha avuto la meglio in una cruenta sfida di mercato contro Inter e Milan.

Leggi anche:  Atalanta, Ruslan Malinovskyi negativo al Covid. L'attacco può respirare

Juventus, Pjaca e il talento da non sprecare

Come già accaduto con Alvaro Morata e Paulo Dybala, le prime settimane nella Juventus non sono state semplici per Marko Pjaca. Nessuno osi mettere in dubbio il talento del croato, ma lo spazio che l’esterno ha trovato in campo è stato decisamente poco. Solo questione di tempo, giurano in molti: a Pjaca non manca nulla per imporsi nella nostra Serie A e poi in campo europeo. La gestione da parte di Massimiliano Allegri è quella a cui il tecnico ci ha ormai abituato: una sorta di apprendistato di qualche settimana prima dell’esplosione con la maglia bianconera. Le scelte del tecnico meritano la fiducia dei tifosi e dello stesso Pjaca: sono tre i motivi che rendono corrette le decisioni di Allegri. In primo luogo, le gerarchie del gruppo: come nel caso di Alex Sandro e Evra, la forza della Juventus sta anche nel rispetto del ruolo dei campioni che stanno scrivendo la storia del club. In seconda istanza, ragioni puramente ambientali: non è facile neanche per i migliori inserirsi immediatamente nel calcio della Serie A. Per ultimo, non va sottovalutata la concorrenza: è difficile imporsi se si hanno di fronte attaccanti del calibro di Higuain, Dybala e Mandzukic.

  •   
  •  
  •  
  •