Massimo Moratti elogia De Boer: “Ha dimostrato umiltà e professionalità”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

massimo morattiÈ un Massimo Moratti raggiante quello del post Inter Juventus, perché ha visto finalmente, dopo tanto tempo, la sua squadra giocare divinamente e in maniera da riuscire a mettere sotto la corazzata di Allegri, che sentiva già di avere i 3 punti in tasca dopo la brutta figura dell’Inter in Europa League, tanto da risparmiare Higuain pensando che contro l’Inter a San Siro sarebbe stata una passeggiata. Così non è stato, perché il tecnico olandese facendo virtù della sconfitta di giovedì sera non ha lasciato letteralmente campo alla Juventus, che è stata ridimensionata, e di molto, dal gioco dell’Inter, tanto che lo Stadio che dopo il tracollo contro l’Hapoel Beer Sheva aveva fischiato il coach olandese non ha potuto far altro che rendere omaggio all’ex allenatore dell’Ajax, che in pochi giorni ha letteralmente trasformato la sua squadra.

Da canto suo l’ex presidente Massimo Moratti aveva già spezzato un lancia a favore di De Boer, che aveva definito ingiudicabile, per i motivi che tutti conoscono e soprattutto perché la sua filosofia di gioco deve essere assimilata con calma, e dopo la vittoriosa partita del Meazza non può che elogiare il tecnico olandese, che definisce un esempio di umiltà e professionalità:
“E’ stato bravissimo, non era facile. Merita fiducia perché ha dimostrato umiltà e professionalità”. (Intervista a Massimo Moratti riportata da gazzetta.it).

Massimo Moratti su gazzetta.it: “È un lunedì felice”

Fiero della sua sqaudra e dell’allenatore che ha difeso Massimo Moratti non può far altro che complimentarsi con l’olandese che ha gestito la partita più importante dell’anno nel migliore dei modi: “E’ un lunedì felice, perché la reazione dopo la figuraccia di giovedì è stata ottima. De Boer è stato bravissimo, tra mille difficoltà, e con lui tutti i ragazzi, Icardi in testa. Una vittoria come questa genera fiducia, deve stare tranquillo: ha dimostrato di saper azzeccare anche i cambi. Ha condotto la partita in porto con personalità e umiltà”. (Intervista a Massimo Moratti riportata da gazzetta.it).

Massimo Moratti esalta anche Benga e Joao Mario

Non possono mancare attestati di stima anche per i due calciatori simbolo della vittoria nerazzurra, ovvero Banega e Joao Mario, che hanno permesso all’astro Icardi di brillare:
“Il mercato è stato molto ben fatto, sono felice dei nuovi acquisti. Joao Mario è molto bravo, ma anche Banega ha giocato bene. Anche chi c’era già l’anno scorso ha reso, come Perisic: sa essere sempre al posto giusto”. (Intervista a Massimo Moratti riportata da gazzetta.it).

  •   
  •  
  •  
  •