Milan, le parole di Montella alla vigilia del match contro l’Udinese. “Assenze non siano alibi”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Bournemouth-MilanGuarda oltre le oggettive difficoltà che il Milan dovrà affrontare nella sfida contro l’Udinese il tecnico dei rossoneri Vincenzo Montella che nella tradizionale conferenza stampa della vigilia ha cercato di trovare il bicchiere mezzo pieno dell’attuale situazione della formazione rossonera. Contro l’Udinese mancheranno Kucka, Niang, Zapata, Bertolacci e Mati Fernandez ma l’allenatore del Milan è sicuro che la squadra riuscirà ad esprimere il massimo delle sue possibilità. ” Dobbiamo fare di necessità virtù – ha dichiarato l’allenatore del Milan – ed anche in questa situazione di difficoltà vedo soltanto aspetti positivi. Avere tanti nazionali e tanti italiani è il nostro punto forte per costruire qualcosa di importante. Gli altri che sono rimasti a Milanello hanno avuto la possibilità di crescere e chi sarà chiamato in campo darà sicuramente il massimo”.  L’Udinese nelle ultime stagioni è stata sempre un rivale insidioso ed anche domani Montella non si aspetta una partita facile. ”  Nell’Udinese ci sono giocatori di grande prospettiva – ha proseguito il tecnico rossonero – ed in questi giorno abbiamo cercato di lavorare sui punti di debolezza. Domani mi aspetto dalla squadra qualcosa in più sotto tutti i punti di vista, mentale, tattico e fisico. Voglio una crescita su tutto”.
Montella ha poi fatto il quadro della situazione per quanto riguarda i singoli reparti svelando, in parte, quali saranno le mosse che utilizzerà domani contro l’Udinese. ” Il reparto difensivo deve essere aiutato e sostenuto dagli altri reparti – ha spiegato -. Tra De Sciglio ed Antonelli vi è un bel duello e, chissà, magari giocano tutti e due. Sosà invece è pronto e Bonaventura può essere utilizzato in tanti ruoli. Per quanto riguarda l’attacco dobbiamo verificare le condizioni di Bacca, dopo gli impegni con la Colombai, mentre Lapadula ha grinta e sta crescendo e potrà darci una mano.. In generale questo gruppo deve stimarsi di più e dimostrare di valere quanto davvero vale, tutti possono fare di più e convincersi di più”. Infine il tecnico napoletano ha parlato del futuro rossonero, specialmente in chiave mercato. “Non mi piace avere alibi, abbiamo questa rosa e sono felice, abbiamo trattenuto i migliori e aggiunto altri elementi, c’è da ritenersi soddisfatti. E ringrazio e Galliani e Berlusconi. Ora il mio pensiero è al presente, non penso al futuro e ai cinesi, penso ai punti che devo fare domani e con questi calciatori”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter-Juventus: precedenti e statistiche del derby d'Italia