Milan: Maldini pronto a incontrare Fassone, Montella ha già conquistato tutti

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
milan

Marco Fassone

Il Milan di questo periodo è sempre diviso tra le questioni di campo e il procedere della cessione societaria che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. A questo proposito l’amministratore delegato in pectore Marco Fassone è pronto a volare in Cina per incontrare gli investitori e futuri proprietari del Milan e accelerare i tempi del closing. Indiscrezioni vorrebbero i cinesi della Sino Europe Investment vogliosi di chiudere prima del derby con l’Inter in programma il 20 novembre, tra il 5 novembre e il 5 dicembre ogni giorno sarò buono per ufficializzare il passaggio di consegne tra Fininvest e i cinesi. Per la nuova società rossonera torna in auge il nome di Paolo Maldini, che si è detto disponibile ad un incontro con Fassone per capire quale potrebbe essere il suo ruolo nell’organigramma del Milan. Dopo i rifiuti di Albertini e Costacurta ecco che il nome dello storico capitano rossonero torna d’attualità, per lui potrebbe esserci un ruolo alla Zanetti nell’Inter. Maldini vuole incontrare Fassone anche per capire quale sarà il futuro di Adriano Galliani, con il quale sarebbe quasi impossibile una convivenza. Il ritorno di Maldini al Milan renderebbe molto felici i tifosi rossoneri, che rivedrebbero una faccia vincente all’interno della società rossonera. Fassone quindi è atteso da settimane di grande lavoro, anche diplomatico tra le varie componenti, il tutto per arrivare al sospirato closing, per poi programmare meglio il futuro del Milan a partire dal mercato di gennaio. Nonostante il buon avvio di stagione il Milan ha evidenziato delle carenze di organico, sta a Montella portare i rossoneri in una posizione di classifica che invogli i nuovi proprietari a mettere mano al portafogli per rafforzare la rosa milanista.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, per gennaio Maldini vuole un vice Ibra: ecco i tre nomi sul taccuino

Milan, Montella ha già conquistato tutti

Vincenzo Montella ha già conquistato tutti, a Milanello e dintorni non c’è una persona che parla male dell’Aeroplanino, toni pacati, nessun dramma e squadra che comincia davvero ad avere una sua identità. Il Milan non prende gol da tre partite consecutive, avvenimento che non avveniva da tre anni( 2013 con Allegri) e anche a Firenze ha dimostrato di saper soffrire da vera squadra. Certo la qualità del gioco può e deve migliorare, ma 10 punti in 6 partite sono un buon punto di partenza, i rossoneri sono nel gruppone alle spalle di Juventus e Napoli, ma si può fare di più. In attacco è evidente la dipendenza da Bacca, se il colombiano si inceppa gli altri fanno fatica ad andare a rete. Un giocatore come Bonaventura deve dare il suo apporto in zona gol, il rendimento dell’ex atalantino sta crescendo, ma Jack deve riuscire ad essere più incisivo anche sotto rete.
Lo stile Montella piace anche ai tifosi, in un campionato dove troppi allenatori si lamentano il mister rossonero vuole pensare a come e dove migliorare. Il Milan ha di che recriminare in questo inizio di stagione, il fallo Tomovic-Luiz Adriano è solo l’ultimo di una serie di errori a danno dei rossoneri, ma l’Aeroplanino vuole volare alto, al di sopra di lamentele e processi.

  •   
  •  
  •  
  •