Milan, telefonata Fassone – Maldini? E intanto stop agli “ex” interisti nella nuova dirigenza

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

FassonePotrebbe ancora non essere stata del tutto scritta la parola fine alle speranze dei tifosi del Milan di assistere all’ingresso in società di una delle bandiere più amate del passato rossonero. Dopo l’uscita di qualche giorno fa di Paolo Maldini che aveva categoricamente escluso ogni suo possibile coinvolgimento con la nuova proprietà cinese del club rossonero oggi si apre una piccolissima possibilità invece su un suo ingresso in dirigenza. Secondo alcune indiscrezioni la cordata cinese vorrebbe provare a fare un ultimo tentativo per convincere Paolo Maldini a sposare il progetto di ricostruzione del Milan e per questo potrebbe esserci presto un contatto telefonico tra l’Amministratore Delegato in pectore Marco Fassone e lo stesso Paolo Maldini. L’orientamento comunque non sembra essere diverso rispetto a quello manifestato qualche giorno fa dall’ex capitano del Milan. Maldini non è interessato a ricoprire ruoli di rappresentanza e su questo aspetto sembrano esserci pochi margini di movimento, da una parte e dall’altra. Da qui al closing, (previsto tra il 5 novembre ed il 5 dicembre ) però, tutto può ancora succedere e non è detto che le parti potranno trovare un punto d’incontro.
Intanto cominciano a delinearsi in maniera più chiara le strategie che intende adottare Marco Fassone nella costruzione del nuovo gruppo dirigente del Milan. A dispetto di quanto uscito nei giorni scorsi non dovrebbero esserci più soggetti che gravitano nel mondo Inter nel mirino del futuro Amministrato Delegato del Milan. Lui e Massimo Mirabelli, attuale capo degli osservatori dell’Inter e futuro Direttore Sportivo del Milan, saranno gli unici ex interisti ad entrare nella nuova dirigenza rossonera. Fassone sta adesso lavorando per individuare le figure più adatte ai ruoli di direttore finanziario, direttore generale e direttore commerciale. La parte sportiva sarà formata da quattro persone: Fassone, lo stesso Mirabelli, Montella e la bandiera rossonera ( ancora non individuata) che avrà un incarico di rilievo con facoltà di incidere nelle decisioni della società. Per quest’ultimo posto, dopo le critiche più o meno dirette, arrivate nei giorni scorsi da Demetrio Albertini ed Alessandro Costacurta ed i dubbi di Paolo Maldini, il nome più quotato rimane quello dell’ex centrocampista del Milan Massimo Ambrosini.

  •   
  •  
  •  
  •