Milan – Udinese 1 – 0: le parole dei due allenatori

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

milan-udinese-streaming-come-e-dove-vedere-siti-web-linkBeppe Iachini ha ‘parlato in conferenza stampa nel post-partita di Milan-Udinese. Ecco le parole dell’allenatore dei friulani.

Sul Milan: “Avevo seguito il Milan nelle gare precedenti ed è una squadra pericolosa perchè sa giocare bene tra le linee con velocità e qualità. I ragazzi hanno fatto la partita quasi perfetta, perchè abbiamo sempre sporcato le traiettorie e i tagli. Questo ci ha dato la possibilità di concedere pochissimo al Milan. Nel primo tempo ci siamo riusciti e poi abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio. Nel secondo tempo ci abbiamo creduto fino in fondo e i cambi ne sono una dimostrazione. Ritengo ci sia da dare merito anche ai ragazzi dell’Udinese. Se il Milan avesse sbloccata la partita sarebbe stata diversa. I movimenti che fa Montella non sono di facile interpretazione e la squadra che li affronta deve essere brava nelle scalate”.

Ecco invece le parole dello sconfitto Vincenzo Montella, allenatore rossonero:

Sul rigore di Bacca: “Mi hanno fatto vedere a Sky anche la spinta su Felipe e hanno detto che quello era rigore e quello su Bacca no. Non mi piace commentare gli episodi arbitrali. Credo che l’Udinese non abbia rubato i tre punti”.

Sull’instabilità societaria che può ripercuotersi sulla squadra: “Noi allenatori dobbiamo convivere con queste situazioni e soprattutto dobbiamo evitare che diventi un’alibi per i giocatori. Non mi sembra proprio che il Milan abbia accusato voci sulla società o quanto altro. Diamo i meriti a Montella e al Milan, sono destinati a crescere e migliorare”.

Sull’attenzione sulle vicende societarie che può aver spostato il focus sulla partita: “Non credo a queste cose, assolutamente no”.

Su Honda: “Di cercare l’uno contro uno sull’esterno e ha avuto un buon impatto sulla partita”.

Sulla prossima settimana: “E’ giusto che in questa settimana ci mettiamo più rabbia e soprattutto dovremo ricordarcelo nel tempo”.

Sui cambi tardi: “Quando un allenatore perde ha sempre torto. Non posso dire di più (sorride ironicamente, ndr)”.

Su dove poter migliorare: “La squadra deve fare di più e lavorare e siamo qui per questo. Sarà il tempo e il campo a dire se siamo stati capaci”.

Su Bonaventura: “Siamo abituati a vedere un Bonaventura solitamente migliore. Tanti calciatori avevano dato tutto, l’ho tenuto perchè ho visto tanti giocatori con una condizione peggiore sperando che potesse risolverla con una giocata”.

Sulla difficoltà: “Con l’assenza di Niang abbiamo avuto meno soluzioni, Per andare avanti delle volte bisogna accettare qualche passo indietro”.

Sull’ottimismo: “Resto ottimista e sono stato scelto per lavorare sul gioco. Dispiace tanto per i tifosi, oggi siamo usciti tra i fischi. Ci possono stare e li accettiamo”.

Su Bacca: “Non è lui il problema, non mi piace questo giochino ogni volta che perdiamo. La prestazione va migliorata di squadra”.

Sul rigore non dato a Bacca: “Ho un’idea ma la tengo per me”.

Sulla partita: “Potevamo e dovevamo fare di più. Sapevamo quanto fosse difficile quella partita, non abbiamo sfruttato le occasioni che abbiamo avuto, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo tempo ci siamo adattati al ritmo della partita ed è stato un grave errore, ci siamo abbassati e non abbiamo avuto le energie mentali per sbloccarla. Il risultato di pareggio credo fosse più giusto”

 

  •   
  •  
  •  
  •