Napoli – Bologna : “Non siamo l’anti Juve”, le dichiarazioni di Sarri e De Laurentiis

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Sarri sitoSoddisfazione in casa Napoli dopo il tre a uno sul Bologna che regala, almeno per una notte, la vetta della classifica alla formazione di mister Sarri. Proprio il tecnico napoletano al termine del match contro i felsinei ha, però, stemperato l’entusiasmo ricordando, a suo modo, quale squadra sia la vera favorita per la vittoria dello Scudetto. “ Noi anti Juve?Mi scappa da ridere, devono giocare ancora tutti ed è una classifica incompleta – ha dichiarato Sarri nel post partita – . Noi non siamo l’anti Juve. Loro faranno lo stesso campionato che in Germania fa il Bayern Monaco: se non fanno cazzate vinceranno. E solitamente la Juve non è squadra che fa cazzate”. Poi Sarri ha analizzato la gara contro il Bologna, sottolineando qualche errore commesso dalla sua squadra. ” Non era una partita facile ma siamo riusciti a complicarla ancora di più tenendo in vita un avversario in difficoltà. Nella ripresa abbiamo subito il pareggio e abbiamo avuto un piccolo sbandamento”. Poi a cambiare l’esito dell’incontro ci ha pensato Milik. ” Non possiamo paragonarlo ad Higuain.  Milik ha 22 anni e viene dall’Olanda, dove il campionato è sicuramente più semplice del nostro. Non è giusto paragonarlo all’attaccante centrale più forte al mondo. Milik deve crescere ed ha tanta qualità sia dal punto di vista tecnico che da quello umano. Deve lasciare perdere i paragoni con Higuain”.
Se Milik rappresenta in questo momento l’elemento imprescindibile per il Napoli ancora un pò sottotono è apparso Gabbiadini. ” Gabbiadini si risolleverà. In questa fase soffre anche perchè è in ritardo di condizione. Uscirà dal campo sorridente appena segnerà due gol”.
Al termine della gara ha parlato anche ai microfoni di Premium Sport il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che è rimasto vago sul tema della serata e cioè il paragone Milik – Higuain.
“Di lui non parlo perchè sono scaramantico. Higuain era un campionato non valorizzato al Real Madrid come lo è stato al Napoli”. De Laurentiis ha poi elogiato i metodi di lavoro del tecnico Sarri.  ” Con Sarri nulla viene lasciato al caso – ha sottolineato il presidente del Napoli -. Con Benitez preparavano le partite in cinque, con Sarri sono in dodici. Tutto viene preparato al massimo e questo mi fa molto piacere. I nostri tifosi devono venire allo stadio solo se la squadra li diverte e li affascina”.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 10.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN
  •   
  •  
  •  
  •