Napoli-Milik: così ‘ti conquisto’ il San Paolo

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Napoli-Milik un’amore che sta sbocciando partita dopo partita e che ha dato la certezza ai tifosi azzurri di aver ritrovato un centravanti super in area di rigore dopo la partenza di Higuain

milik-napoli

Napoli-Milik, il centravanti polacco conquista tutti a suon di gol 

Napoli-Milik un binomio letale per le difese che in queste prime partite, tra campionato e Champions League, hanno impattato contro la squadra allenata da Maurizio Sarri.
Il giovane centravanti polacco, arrivato all’ombra del Vesuvio un pò in sordina perché di riflesso ha “pagato” lo scotto della cessione di Higuain, in poche partite ha conquistato tutti nel miglior modo possibile: a suon di gol.

La Serie A abbraccia un duo letale: Napoli-Milik

Arkadiusz Milik, classe 1994, è il classico centravanti d’area di rigore, opportunista, forte fisicamente e con il giusto fiuto del gol, come dimostrato fin qui in carriera e soprattutto nelle ultime due stagioni all’Ajax con la quale ha segnato 32 reti in 52 partite, tuttavia al suo arrivo a Napoli, un pò perché era piena estate, un pò perché c’era rabbia tra tifosi orfani di Gonzalo Higuain, non c’è stata quella calorosissima accoglienza che, invece, ci si poteva aspettare.
Come se non bastasse, anche Da Laurentiis e Giuntoli, per lungo tempo sono stati alla ricerca di un altro attaccante in grado di far dimenticare il Pipita (vedi Icardi) che hanno spostato tutte le attenzioni del caso dal centravanti polacco.
Tuttavia Milik non si è lasciato intimorire e ha lavorato lontano dai riflettori per poter essere pronto all’occasione giusta con un risultato straordinario e sotto gli occhi di tutti: 6 reti stagionali in 5 partite.

Milik meglio di Higuain alle prime partite con il Napoli

Il dato che colpisce più di tutti è la facilità dell’attaccante polacco di arrivare sotto porta come dimostrato dalle 6 reti messe a segno fin’ora frutto di 3 doppiette, contro Milan, Dinamo Kiev e Bologna, senza dimenticare che non in tutti match è partito come titolare.
Inoltre, se ce ne fosse ancora bisogno, Arkadiusz Milik dopo le prime due doppiette da perfetto rapinatore d’area di rigore, nella sfida contro il Bologna ha realizzato due reti di elevata fattura, la prima con un delizioso tocco sotto a scalvalcare Da Costa, sfruttando un ottimo lancio di Hamsik, mentre il secondo frutto di un invenzione personale dal limite dell’area di rigore che ha sorpreso la retroguardia del Bologna.
Il dato che, invece, risalta maggiormente agli occhi di tutti è l’inevitabile confronto con l’ex re di Napoli, Gonzalo Higuain: il Pipita, infatti, nelle prime cinque partite disputate con la maglia del Napoli realizzò 4 reti mentre, come già detto e visto e rivisto, Milik ne ha già realizzate 6.
Napoli-Milik, il nuovo duo acchiappa Juventus e siamo ancora ad inizio stagione.

  •   
  •  
  •  
  •