Napoli, Sarri si coccola Callejon: “Ma non è l’erede di Higuain”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Callejon

Josè Callejon

Il Napoli torna da Palermo con tante certezze e un Callejon tornato ai livelli della sua prima stagione in maglia azzurra. La squadra di Sarri ha cinque punti in più rispetto alla passata stagione, per la prima volta in stagione ha lasciato la porta di Reina inviolata, positivo il debutto di Zielinski dal primo minuto a centrocampo al fianco di Jorginho e capitan Hamsik. Un po’ in ombra Milik, il bomber polacco è apparso un po ‘appannato dalle fatiche in nazionale, ma il suo contributo per la squadra è stato comunque prezioso. “ Sto ritrovando l’Insigne che conosco, questa le parole di Sarri sul folletto di Frattamaggiore, protagonista di un avvio di campionato poco brillante, oscurato da uno scintillante Mertens. Il Napoli da l’impressione di aver perso qualcosa negli undici, Higuain è quasi impossibile da sostituire con un singolo giocatore, ma di aver guadagnato nella rosa. La panchina azzurra è di prima qualità: Maksimovic,Tonelli, Diawara,Rog,Gabbiadini, Giaccherini, solo la Juventus in Italia può permettersi ricambi di questo livello. Il valore aggiunto del Napoli 2016/2017 sembra però essere lo spagnolo volante, Josè Maria Callejon, l’insostituibile di Sarri, se sta bene gioca, se sta bene corre, se sta bene segna. Quattro reti nelle prime tre giornate di campionato per l’ex Real Madrid, Callejon in proiezione offensiva è tornato quello del primo anno con Benitez.Callejon non è l’erede di Higuain“, così Sarri nel post Palermo, chiaramente lo spagnolo non potrà segnare 36 gol come il Pipita, ma potrà ergersi a leader tecnico dei partenopei in questa stagione.
Se Callejon continua su questi livelli, anche il c.t. spagnolo Lopetegui dovrà prenderlo per forza in considerazione, già dalla prossima partita che la Spagna giocherà, proprio contro l’Italia.

Leggi anche:  Napoli, verso l'Az, Gattuso: "Servono testa e veleno sul campo"

Callejon-Hamsik, Sarri ritrova la sua catena vincente

Oltre a Callejon a Palermo il Napoli ha potuto contare su un Marek Hamsik tornato a ottimi livelli, il capitano azzurro ha segnato il gol numero 82 in campionato, superando il mito Maradona fermo a 81. Hamsik alla soglia dei 30 anni sembra aver raggiunto la piena maturazione calcistica, oramai padrone nel ruolo di mezzala che Sarri gli ha cucito addosso. Hamsik e Callejon rappresentano la continuità nel Napoli di Sarri, dovranno essere loro il collante con i tanti giovani arrivati in estate. Il fantasma di Higuain aleggia ancora sul Napoli, ma la coppia Hamsik-Callejon, dovessero continuare così, lo faranno dimenticare in fretta, prossima fermata Kiev, Champions League, il Napoli vuole continuare a correre, veloce.

  •   
  •  
  •  
  •