Probabili formazioni Juventus Cagliari: gioca Rugani, Di Gennaro dal 1′

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Probabili formazioni Juventus Cagliari

Probabili formazioni Juventus Cagliari: ecco le scelte dei due tecnici.

Dopo la sconfitta subita contro l’Inter, la Juventus prova a rialzarsi subito: ad attenderla ci sarà il Cagliari di Massimo Rastelli, desideroso di ben figurare allo Juventus Stadium. Allegri continua ad insistere sul 3-5-2 e dà spazio a Rugani dal primo minuto, lasciando in panchina Bonucci. Il tecnico bianconero adotterà il turnover anche a centrocampo dove Sami Khedira dovrebbe essere lasciato fuori dall’undici titolare. Per la sostituzione del tedesco si giocano una maglia Hernanes e Cuadrado (che sarebbe impiegato nell’inedito ruolo di interno di centrocampo). In caso di utilizzo di Hernanes invece, a scalare sul centrodestra sarebbe Lemina, con il brasiliano in cabina di regia. In attacco spazio alla coppia formata da Higuain e Dybala. Sul fronte Cagliari, Rastelli deve rinunciare all’infortunato Isla: al suo posto sarà confermato Pisacane. A centrocampo torna Di Gennaro dal primo minuto, mentre in avanti è confermato il tandem formato da Borriello e Sau. Ecco quali dovrebbero essere le probabili formazioni scelte da Allegri e Rastelli.

Leggi anche:  Designazioni arbitrali Serie A 9° giornata: il big match Napoli - Roma sarà diretto da Di Bello

Probabili formazioni Juventus Cagliari

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Rugani, Chiellini; Dani Alves, Cuadrado, Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Higuain, Dybala.

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Pisacane, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Munari, Di Gennaro, Padoin; Joao Pedro; Sau, Borriello.

Ecco le dichiarazioni di De Boer e Martusciello alla vigilia del match:

Allegri:

“Quella contro il Cagliari è una partita da vincere. La Juve di quest’anno è diversa da quella dello scorso anno, che a sua volta era diversa da quella di due anni fa. Siamo alla quarta giornata e c’è tempo e spazio per migliorare la qualità del gioco: con sei giocatori nuovi è impossibile trovare la conoscenza della squadra in soli 20 giorni. Il Cagliari è una squadra sbarazzina con ottimi giocatori offensivi come Sau, Borriello e Joao Pedro. Fanno molti gol: domani non sarà assolutamente una partita semplice. Domani mi aspetto una reazione perché dopo la sconfitta di Milano, con le tante critiche ricevute, la squadra avrà una reazione importante. Quelle con Siviglia e Inter non erano le partite più importanti. Credo che paradossalmente avremmo dovuto avere 8 punti perché con la Lazio abbiamo vinto facendo solo due tiri in porta. Dobbiamo cercare di pensare positivo e guardare il bicchiere sempre mezzo pieno”.

Rastelli:

Leggi anche:  Maradona e quel rifiuto alla Juventus: "Non posso fare questo affronto ai napoletani"

Andremo a Torino a giocarcela a viso aperto e a testa alta. La formazione sarà diversa rispetto a Cagliari-Atalanta, Isla non è tra i convocati per un problema fisico. Mi aspetto che la squadra continui il nel suo processo di crescita, stiamo lavorando giorno dopo giorno per raggiungere proprio per questo. Chiaramente tra noi e la Juventus gli obiettivi sono differenti,  ma anche noi giochiamo sempre per fare risultato. Contro l’Atalanta mi è piaciuto molto l’atteggiamento che abbiamo avuto e l’attenzione che abbiamo mantenuto per tutta la durata del match: era quello che mi aspettavo di vedere dai ragazzi. Storari? Domani sarà titolare e avrà la fascia di capitano al braccio, non ho nessun dubbio. Pisacane? Si è guadagnato e meritato l’esordio in Serie A. Sono felice per lui perché prima di tutto è una grande persona. Anche io debuttai a quasi 30 in Serie A, capisco l’emozione di Pisacane e sono molto felice che giochi per il Cagliari”.

  •   
  •  
  •  
  •