Rivincita De Boer: Juventus annientata al Meazza

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

rivincita de boerL’Inter che non ti aspetti, spietata e con il mano il gioco quella che ha reso possibile la rivincita De Boer, proprio quello che ci voleva per l’allenatore olandese vituperato sui social dopo la brutta figura rimediata in Europa League. Avversaria la pluridecorata Juventus, la formazione più forte d’Italia, vero e proprio schiacciasassi che domina lo scenario calcistico della Penisola da ormai un quinquennio e può annoverare tra le sue fila alcuni dei calciatori più forti d’Europa, primo su tutti Higuain, per non parlare di Dybala, Pjanic e Benatia, calciatori di livello internazionale acquistati per vincere la Champions, che però non riesce a resistere sotto i colpi di un formidabile Icardi, magistralmente supportato dai compagni, Joao Mario su tutti, che pagato 45 milioni dimostra veramente di far pendere la bilancia del gioco della formazione che può schierarlo in campo, recuperando anche l’impossibile e servendo sempre il reparto avanzato.

È senza dubbio Joao Mario il volto nuovo dell’Inter targata De Boer, che inizia finalmente a delinearsi, così come si era visto contro il Pescara, anche se a tratti, e dire che manca ancora Gabigol a questa squadra.

Rivincita De Boer: il capitano si riprende l’Inter

Oltre alla vittoria di De Boer questa è anche la vittoria di Icardi, che si riprende finalmente l’Inter e viene esaltato dal suo nuovo tecnico come esempio di professionalità:

“Come ho fatto a cambiare l’atteggiamento della squadra in tre giorni? Ho mostrato gli errori fatti e anche quello che voglio creare, ma la cosa più importante è credere nel gioco della squadra e combattere fino alla fine, come fatto oggi. Poi, abbiamo anche gli uomini per vincere… Mauro ha giocato una partita incredibile per me, è un grande giocatore, è un esempio di come bisogna giocare – dice -. Va servito di più in area, intanto bisognava crescere come squadra e lo abbiamo fatto. ” (Intervista a De Boer riportata dal sito gazzetta.it).

Sarà forse l’ascesa dell’anti-juve? È ancora presto per dirlo, ma sicuramente il campionato si può riconsiderare aperto e la Juventus non è più tanto sicura di averlo in tasca.

  •   
  •  
  •  
  •