Roma, Spalletti in conferenza: “Siamo sulla strada giusta. Totti dall’inizio? Può darsi”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

spallettiLuciano Spalletti torna a parlare in conferenza stampa dopo l’immeritata sconfitta di Firenze e alla vigilia dell’importante sfida contro il Crotone (domani sera, ore 20.45), fanalino di coda in questo avvio di Serie A. Ecco le dichiarazioni del tecnico giallorosso.
Vermaelen non ci sarà, però sta migliorando e lo valuteremo nei prossimi giorni per Torino.”
Su molti quotidiani si è tornato a parlare di rosa corta. E’ un problema reale? “No, non è una rosa corta. Stiamo bene così ed è una rosa di qualità.” 
Le ultime prestazioni di Salah non sono state brillanti. Cosa si aspetta da lui?Lui è un giocatore di qualità, se noi cresciamo come squadra diamo un contributo a giocatori estrosi come lui. Gli attaccanti hanno un peso superiore da portarsi dietro. Dobbiamo essere più velenosi.” 
Oggi Pallotta ha parlato in un’intervista, dicendo che spera che lei rimarrà a lungo a Roma.Il presidente è eccezionale, ha un grande entusiasmo, ha voglia di migliorare la Roma. Riesce subito a trasferire questa simpatia che lui ha, è camaleontico. Per usare uno slang americano da uno come lui ci comprerei la macchina usata, è un innovativo.”
La punizione di De Rossi è finita? Lo rivedremo capitano? “Sì le tre partite sono finite. Mi aspettavo da lui quello che ha fatto, si è allenato bene ed ha reagito bene. Se domani gioca è il capitano.
Nainggolan come sta? Può riposare domani?E’ un pò quello che ci sta succedendo a livello di squadra. Non abbiamo fatto benissimo ma nell’ultima partita ho visto dei segnali. Siamo sulla strada giusta e dobbiamo rafforzare alcuni concetti. Ho visto molte cose positive, mettendoci qualcosa in più tornerà ad essere la nostra Roma. Radja è un calciatore forte e quindi prima di farne a meno ci si pensa due volte.”

Non ho capito la risposta a Pallotta. Si sente di confermare che resterà a Roma a lungo? “Il rinnovo è un discorso che verrà fatto dopo il lavoro che faremo insieme. Non è che si può dire a priori: si farà così per due o tre anni, noi il futuro ce lo giochiamo ora. Io devo prendermi delle responsabilità nella direzione giusta.” 
Si è parlato della mancanza di ferocia di Dzeko. Si può dire lo stesso di El Shaarawy? “Noi abbiamo bisogno di comandare il gioco, di prendere in mano la partita perché da quel possesso lì riusciamo a far fare quel passo in più ai nostri calciatori offensivi, a fargli provare il numero, a mettere in evidenza la loro estrosità. Il primo passo è a livello collettivo. El Shaarawy è un calciatore di fascia, quando entra dentro il campo di spalle alla porta è bravo se direziona subito il possesso di palla e parte con la sua qualità di corsa. Secondo me in fascia sinistra o in fascia destra da il meglio.” 
Gerson è stato pagato molto, a che punto è il suo processo di inserimento?Ha delle qualità, poi bisogna vedere se in una squadra come la nostra le mette subito in evidenza. Ha qualità offensiva, ma non è rapidissimo e deve migliorare la fase difensiva. A Plzen non ha fatto male, però la squadra non ha funzionato al meglio. Bisogna aspettarlo.” 
Vuole commentare le parole di Corvino su Dzeko? “Io so che gli ha risposto Sabatini. Corvino con quello che dice sminuisce la prestazione della Fiorentina. Basta vedere le prestazioni di Dzeko: ha delle qualità.
Secondo lei qual è il maggior difetto della Roma? Gioca Totti dal 1′? “Bisogna concentrarsi sul possesso palla e comandare la partita e stazionare di più nella metà campo avversaria. Io vedo dei miglioramenti importanti, vedo l’interesse e la partecipazione dei calciatori. Francesco può giocare anche dall’inizio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Inter Torino: streaming e diretta TV Serie A