Serie A, Juventus-Cagliari: 4-0. Le pagelle dei bianconeri.

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui

L’attesa reazione è arrivata. La Juve scende in campo con il piglio aggressivo e la fame di vittoria che erano mancati contro l’Inter: a farne le spese il Cagliari, travolto con un poker. Non c’è partita allo Juventus Stadium e i giochi sono già chiusi all’intervallo grazie alle reti di Rugani, Higuain e Dani Alves. Nella ripresa i rossoblu non riescono a reagire, la Juve va ancora vicina al gol in diverse occasioni e una sfortunata carambola di Ceppitelli fissa il risultato sul 4-0. I bianconeri approfittano del pareggio del Napoli in casa del Genoa e tornano in vetta alla classifica con 12 punti.

Juve Cagliari

Le pagelle dei bianconeri.

BUFFON: 6. Spettatore non pagante, non sporca i guanti ed esce in via precauzionale per un fastidio alla coscia.

NETO: s.v. Inoperoso.

RUGANI: 7. Allegri lo lancia dal 1’, lui risponde sfoderando una prestazione ad alto livello di aggressività e concentrazione. Rimedia un giallo, a dimostrazione del fatto che sta diventando più “cattivo” (agonisticamente parlando) e, ciliegina sulla torta, trova il primo gol in maglia bianconera.

Leggi anche:  Dove vedere Lazio-Udinese: streaming e diretta TV Sky o DAZN?

BARZAGLI: 6,5. Gara di ordinaria amministrazione, unico brivido in avvio di gara quando scivola al limite dell’area, per il resto consueta affidabilità e sicurezza.

CHIELLINI: 6+. Anche lui non è chiamato a fare gli straordinari per arginare le rare avanzate cagliaritane, eppure rabbia e agonismo non gli mancano di certo. Tenta la fortuna in zona offensiva con scarsi risultati.

DANI ALVES: 7. Propositivo sulla corsia destra, macina chilometri e sforna assist per i compagni.  Suggella una buona prestazione segnando il gol del 3-0 con un tiro di prima intenzione dal limite: primo centro nel campionato italiano per l’ex Barcellona.

LEMINA: 6+. Si dà da fare in mezzo al campo, propizia l’autorete di Ceppitelli.

HERNANES: 6+. Pericoloso con tentativi dalla distanza, il “Profeta” sembra aver ritrovato un po’ più di fiducia e dagli spalti non si odono fischi, ma (timidi) applausi.

Leggi anche:  LIVE Napoli-Roma 4-0: dominio azzurro al San Paolo

PJANIC: 7. Protagonista nelle azioni che portano ai primi tre gol bianconeri. Storari gli nega la rete in un paio di occasioni. Geometrie e qualità in mezzo al campo.

ALEX SANDRO: 6,5. Spadroneggia sulla corsia mancina, motorino inesauribile, cerca anche lui (senza fortuna) la gloria personale.

DYBALA: 6,5. Svaria sul fronte offensivo, semina avversari come birilli, regala giocate e duetta con il compagno di reparto: gli manca solo il gol.

PJACA: 6+. Rapido e pimpante, prova a mettere la propria firma sul match: interessanti combinazioni in salsa croata con Mandzukic. Sbaglia un gol a tu per tu con Storari.

HIGUAIN: 7. Firma il raddoppio con un tap-in vincente di sinistro, quarta rete in campionato (tutte realizzate allo Juventus Stadium) per il Pipita. Pericolo costante per la retroguardia cagliaritana, Storari e il palo gli negano la doppietta.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan Fiorentina: rossoneri che faranno ancora a meno di Ibra

MANDZUKIC: s.v. Rileva Higuain nel finale, un tiro sull’esterno della rete.

IL TABELLINO

JUVENTUS-CAGLIARI 4-0

JUVENTUS (3-5-2): Buffon (1′ st Neto); Rugani, Barzagli, Chiellini; Dani Alves, Lemina, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro; Dybala (28′ st Pjaca), Higuain (36′ st Mandzukic). A disp.: Audero, Bonucci, Lichtsteiner, Asamoah, Sturaro. All.: Massimiliano Allegri.

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari; Bittante, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Barella, Di Gennaro, Padoin; João Pedro (1′ st Tachtsidis); Borriello (1′ st Giannetti), Sau (22′ st Munari). A disp.: Rafael, Salamon, Pisacane, Melchiorri, Colombo, Capuano. All.: Massimo Rastelli

ARBITRO: Mariani di Aprilia

RETI: 14′ Rugani, 33′ Higuain, 39′ Dani Alves, 83’ aut. Ceppitelli.

NOTE: Ammoniti Di Gennaro, Bittante, Rugani, Munari; angoli: 9-0; recupero: 0′ + 3′.

Guarda gli highligts di tutte le partite del turno infrasettimanale.

  •   
  •  
  •  
  •