Spalletti: “Per me Totti dura altri 5 anni, mi servirebbero altri tre o quattro giocatori così”

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

spalletti e tottiNel dopo partita di Roma – Sampdoria, rocambolesca partita finita 3-2 in favore dei giallorossi, nella sala stampa dello stadio Olimpico, si è presentato l’allenatore della Roma Luciano Spalletti. Ecco le sue parole davanti ai cronisti:

Spalletti, un giudizio complessivo su questa vittoria sofferta della Roma in cui avete regalato il primo tempo agli avversari?
“Mi sembra esagerato dire che tutto il primo tempo abbiamo giocato male. Nei primi 20 minuti in realtà noi abbiamo fatto la partita. Abbiamo sbagliato il raddoppio e poi abbiamo sprecato qualche palla di troppo, per fare magari dei duelli che non ci avrebbero comunque a niente. A quel punto ci è venuto il piedino, è partito qualche fischio dagli spalti, ed è pure giusto così visto il livello di club che siamo e le nostre ambizioni. Però mi pare giusto dire che, a questo punto della stagione, non è vero che abbiamo una grande personalità. I giocatori bisogna che ci facciano vedere qualcosa di più.  Totti è uno che fa le cose per cambiare la situazione, non per dire di averla fatta. Ha ridato fiducia alla squadra. Però 70 minuti molto bene li abbiamo fatti. Loro sono una squadra organizzata come si è visto nelle gare precedenti, oggi hanno meritato il vantaggio. Nell’intervallo giustamente la Sampdoria ha insistito per giocare la partita nonostante il nubifragio. Noi invece ci siamo rimessi alle decisioni dell’arbitro. Dobbiamo poi dire che quello dell’Olimpico è il miglior terreno che c’è in circolazione in Italia. Sono entrato in campo durante l’intervallo e c’erano 20 cm d’acqua, ma è stata filtrata benissimo.”

Spalletti, come si spiega il cambio di passo della Roma nel secondo tempo?
“Il cambio di passo del secondo tempo me lo spiego solo con l’ingresso di Totti. L’ho messo in campo perchè so che è uno a cui non viene il piedino.
Avrei voluto metterlo già alla fine del primo tempo, ancora prima del vantaggio della Samp, ma sarebbe stato massacrante sul piano psicologico per chi fosse dovuto uscire.
Fino a quando non troviamo altri 3 o 4 giocatori a livello di Totti, non arriviamo a livello della Juve. Io non voglio comandare niente, voglio solo vincere le partite. Ho tanti buoni giocatori, ma dipende dalle situazioni e devono far vedere quello che valgono. Per me Totti dura altri 5 anni, perché se la squadra lo sorregge dal punto di vista della corsa, il suo piede rimane quello, non c’è verso.”

Quali accorgimenti tattici intende usare nel prossimo futuro mister Spalletti? 
“Da adesso in avanti voglio tenere Salah più vicino alla porta e non a centrocampo a fare raddoppio sul terzino avversario che sale, lo voglio lasciare più avanzato, il tutto con il centrocampo a rombo. Il nostro problema finora, ma anche sul finire della scorsa stagione, è un po’ sempre lo stesso: quando si perde il controllo della partita, magari dopo aver dominato per 70 minuti, poi negli altri 20 minuti gli altri vengono fuori e ci fanno male. Sono situazioni che vanno evitate. Sull’1-0 per noi ad esempio bisogna gestire diversamente le partite, facendo pressing, salendo più spesso e rimanendo alti”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Genoa Parma streaming e diretta Tv Serie A