“Toro, che carattere!”: Miha soddisfatto dei suoi dopo il punto a Pescara

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

pescara-torino

Un Sinisa Mihajlovic sincero e soddisfatto nel post gara di Pescara Torino, conclusosi zero a zero

Sinisa+Mihajlovic+Pescara+Torino“Non posso essere contento ma sicuramente è un ottimo punto per come è arrivato.”
Sinisa Mihajlovic commenta serenamente e lucidamente la partita appena conclusasi ai microfoni di sky e successivamente della Rai. Nonostante una doppia espulsione, il Torino ha appena pareggiato a reti bianche in casa del Pescara di Massimo Oddo e il tecnico analizza con pacatezza la gara.
“Avremmo dovuto sfruttare meglio qualche ripartenza, nel primo tempo, ma anche con un uomo in meno, e poi addirittura in nove contro undici, abbiamo dimostrato grande cuore e coraggio, prendendo un palo e sfiorando un gol in contropiede”.
Sulle due espulsioni di Acquah e Vives il tecnico granata non recrimina: “Mi arrabbio solo quando i miei giocatori si fanno espellere per proteste, non quando commettono falli di gioco, senza contare che forse la seconda espulsione diretta è stata eccessiva”.

L’importanza di Belotti

Sollecitato da Mario Sconcerti in merito all’utilizzo e all’importanza di Andrea “Gallo” Belotti, il tecnico serbo ha voluto rimarcare l’importanza del suo attaccante nella prestazione della squadra,” Andrea anche per uno scorcio di gara è molto importante per noi. Lo avete visto anche voi: appena entrato ha dato profondità e colpito un palo. Speriamo sia disponibile al cento per cento per la gara contro la Roma p3rchè per noi è fondamentale recuperare i nostri attaccanti. Liajic e Belotti sono forti ed utili per noi e rinunciare ad entrambi mette in difficoltà tutta la squadra della quale voglio ancora sottolineare la grande dedizione e il cuore”.

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)

Il Pescara

Parole al miele anche per l’avversario di serata, il Pescara di Massimo Oddo:
“Il Pescara di Oddo gioca un ottimo calcio. Noi avremmo dovuto sfruttare alcune situazioni meglio ma ciò non toglie che siamo stati messi in difficoltà e prima di noi il Napoli e l’Inter. Sono queste le partite da giocare per noi, aiutano a crescere e quindi mi tengo caro questo punto”.

Tensione granata

In realtà il cuore e il coraggio del Toro sono sembrati eccessivi in questo Pescara-Torino 0-0 (clicca qui per i voti Gazzetta). Non solo le due espulsioni ma anche una lite Baselli Mihajlovic, peraltro non rimarcata dal tecnico nel post partita. Tanta tensione alla quinta di campionato forse è troppa ma ha vari riscontri nelle precedenti esperienze del tecnico.
Al 24′ Acquah mostra tutto il suo nervosismo beccandosi il primo giallo e nel finale commette una grave ingenuità entrando a valanga su Caprari e rimediando un’espulsione sacrosanta.
Al 73′ scoppia la miccia nella panchina granata: Mihajlovic fa entrare Obi per Baselli poco propositivo. Il giocatore non la prende bene, si rivolge in malo modo verso il tecnico sul cui labiale si legge un “non ti voglio più vedere”. Cinque minuti dopo il secondo cartellino rosso, questa volta ingeneroso per un blocco di Vives.
Se due indizi fanno una prova, tre sono una dichiarazione del nervosismo granata, che gli ottimisti tifosi possono chiamare furore agonistico.
Dietro per fortuna i difensori rischiano poco e niente, maturi e coordinati di fronte ad un Hart ancora da valutare
Il secondo 0-0 non è certo un buon segno, ma col rientro di Belotti tutto può ancora succedere, come si augura anche Mihajlovic e il Torino.

  •   
  •  
  •  
  •