Totti lascia senza parole l’Europa: fenomeno italiano o mondiale?

Pubblicato il autore: Ilaria Forte Segui
L'esultanza di Totti dopo avere segnato il rigore decisivo contro la Samp

L’esultanza di Totti dopo avere segnato il rigore decisivo contro la Samp

Grinta, cuore, passione, in due parole: Franscesco Totti. Quel “giovanotto” di quasi quarant’anni che ieri ha portato alla vittoria la sua Roma allo scadere del secondo tempo e che sta facendo parlare tutta Europa da oltre vent’anni.Trascinatore di una squadra spenta e priva di idee quando al 46′ minuto entra in campo inizia la magia.La voglia di un ragazzino e il carisma dei grandi in una squadra priva di leader (eccezion fatta per il numero dieci giallorosso) come ha dichiarato lo stesso allenatore Luciano Spalletti nel post partita.
Ha preso le redini di una squadra in balia degli eventi e ha riportato ordine in una partita che sembrava ormai persa.
Ora però il resto dell’Europa si interroga… Totti può fare la differenza solo in un campionato come quello Italiano o anche all’estero sarebbe capace di mettere zizzania nelle difese avversarie?
Perchè se Totti non ha sciolto tutte le riserve sul suo ultimo anno con la maglia giallorossa, “Se sto così, perchè dovrei smettere?” ha dichiarato al termine dell’incontro.
Anche Carlo Ancelotti, attuale tecnico del Bayern Monaco non ha dubbi e ha affermato senza esitazioni che Totti può ancora fare la differenza e la farebbe in qualsiasi campionato perchè certi giocatori possiedono una serietà ed un intelligenza tale che gli permette di continuare ad allenarsi e giocare con professionalità anche a quarant’anni.Sottolineando anche come sia forte ed unico il suo attaccamento alla maglia, così anche come lo era per Maldini al Milan e per Totti alla Roma, quel sentimento ormai perso di appartenenza ad unica maglia.Ma non solo l’allenatore del Bayern celebra il talento cristallino di Totti, il quotidiano spagnolo As infatti, titola così la sua prima pagina “La roma vince con un immenso Totti”.
“Ci sono giocatori per i quali abbiamo finito da tempo sinonimi e aggettivi. Uno di questi è Francesco Totti, che a pochi giorni dal suo quarantesimo compleanno, dimostra ancora il suo immenso talento.”
Invitando anche il numero dieci giallorosso a non smettere di giocare, stimolo accolto anche dall’Agence France Presse che auspica a Totti di prolungare la sua immensa carriera.
Complimenti che arrivano anche dall’Inghilterra, il The Sun scrive “Thanks a Tott”, gioco di parole tra il cognome del capitano della Roma e l’espressione “Thanks a lot” (grazie mille).
“Il suo rigore ferma il tempo e fa vincere la Roma“, continua il tabloid.
La rivista portoghese Record scrive ancora Un gol e un assist in 45 minuti. E’ così che nascono le leggende”.
Apprezzamenti che arrivano anche da oltre oceano dove il sito Brasiliano globoesporte.com scrive “Ha dimostrato ancora perchè a Roma è una leggenda”.
Insomma senza ombra di dubbio Totti è ancora un pilastro non solo del nostro campionato ma del calcio mondiale, a quasi 40 anni ha dimostrato una grinta ed una voglia che molti giovani non hanno e col senno di poi forse oggi non siamo qui a scrivere dell’ultimo anno(?) di Francesco Totti con la maglia della Roma ma di come un monumento sia ancora capace di lasciare senza parole con le sue giocate non solo l’Europa ma il Mondo intero.

Ilaria Forte

  •   
  •  
  •  
  •