Analisi Sassuolo-Roma: giallorossi a caccia di conferme

Pubblicato il autore: matteo pietrosante Segui
Sassuolo-Roma

Sassuolo-Roma

Mercoledi sera alle 20:45 al Mapei Stadium il Sassuolo di Mister Eusebio Di Francesco affronterà la Roma di Luciano Spalletti.
Una partita che vede contrapposte una squadra, quella emiliana, che nonostante racimoli punti sia in campionato sia in Europa League (1-1 con il Rapid Vienna) non sembra essere più quella outsider capace di tutto e dall’altra parte una Roma schizofrenica che sbanca al Meazza e al San Paolo poi mostra le sue fragilità mentali in Europa League pareggiando con l’Austria Vienna per 3-3 (facendosi recuperare 2 gol negli ultimi 10 minuti) per poi affermarsi contro il Palermo con un roboante 4-1. Due squadre quindi che devono tenere alta la guardia e che non devo esporre le proprie fragilità contro l’avversario. La formazione dei neroverdi corrisponderà verosimilmente a quella che ha giocato il derby emiliano domenica scorsa contro il Bologna quindi scenderà sul campo casalingo con Consigli a guardia dei pali, Acerbi (da un anno nel mirino della Roma)  e Cannavaro centrali, sulle fasce Peluso e Lirola, poi centrocampo contenitivo con Biondini, Magnanelli e per la fase più offensiva dovrebbe tornare Duncan a sostegno del tridente formato da Matri, Defrel e uno tra Ricci e Politano (entrambi cresciuti nel Vivaio romanista). Ancora fermi ai Box Domenico Berardi e Simone Missiroli. Dall’altro lato della barricata Spalletti opterà per il solito 4-3-3 con Szczecny tra i pali, l’inamovibile Manolas al centro della difesa affiancato da Fazio (giocatore che partita dopo partita sta dimostrando di meritare un posto da titolare), sulla fasce arretrate giocheranno a sinistra Florenzi e a destra Juan Jesus che Spalletti fa giocare da “finto terzino” utilizzandolo in realtà come terzo centrale quando Florenzi sale in attacco, centrocampo quasi obbligato per la Roma che schiera Daniele De Rossi vicino a Paredes nel ruolo di regista e Naingollan che,seppur non sia nella condizione ottimale, farà il doppio ruolo di inserimento offensivo e filtro difensivo, il tridente giallorosso vede in campo al centro il cigno di Sarajevo, Edin Dzeko, in stato di grazia, Salah che viene da una prestazione monumentale contro il Palermo (gol e assist) e il piccolo faraone El Shaarawy, anche lui in gol nella scorsa partita.
Di Francesco ha caricato i suoi e messo in guardia la Roma dichiarando che lui e i suoi uomini faranno di tutto per impedire alla Roma di uscire dal Mapei Stadium con i 3 punti, ma la Roma sa che non può concedersi cali di attenzione proprio ora che la Juve capolista è la sopra a soli due punti di distacco e sapendo anche che oltre al Napoli ora c’è anche il Milan che attenta al secondo posto. Diverso il discorso classifica per i neroverdi che attualmente si trovano al nono posto a 13 punti a soli 2 punti dal quinto posto che permette di partecipare al turno di qualificazione per l’Europa League è tutto l’ambiente emiliano sa quanto sia imprescindibile per una squadra europea emergente partecipare alle competizioni  internazionali con continuità.
Sarà sicuramente una partita molto tesa dal punto di vista della concentrazione da una parte la Roma affonderà nelle manovre offensive senza però poter rischiare di scoprirsi troppo per non subire il contropiede del Sassuolo che, dal canto suo, serrerà le fila contro il pericolo romanista e cercando di mettere in campo un pressing alto molto intenso per far cadere la Roma in errore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,