Bologna, Donadoni è nei guai in vista della trasferta romana contro la Lazio

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

foto bfcBrutte novità in casa felsinea nella settimana che conduce alla ripresa del campionato. Donadoni è nei guai in vista della trasferta romana contro la Lazio. Innanzitutto, dovrà fare a meno degli squalificati Dzemaili e Gastaldello, costretti a saltare uturno, dopo la pessima interpretazione di gara del signor Maresca di Napoli durante lo sciagurato duello casalingo contro il Genoa. Poi, ci sarà da fare i conti con la lunga lista di giocatori indisponibili o comunque a mezzo servizio. Un nome su tutti? Mattia Destro. Il bomber marchigiano pare nuovamente afflitto da problemi fisici e per lui si prevede un lungo stop (rientro ipotizzato per Novembre!). Una tegola non da poco, se consideriamo che Sergio Floccari è clinicamente “guarito”, ma non è ancora sceso una volta in campo dallo stiramento del soleo patito a fine luglio e che il buon Sadiq non ha ancora vantato una sola convocazione a causa di un prolungato malanno post torneo olimpico. Aggiungiamoci pure che anche la statistica è avversa: senza Mattia il Bologna ha racimolato la miseria di una sola vittoria in dodici presenze tra la passata stagione e quella appena cominciata. Insomma, l’attacco è spuntato e le scelte paiono obbligate. Verosimilmente, il tecnico bergamasco, schiererà il pungente Krejci sull’ala sinistra, Federico Di Francesco (impegnato oggi con la delezione Under 21 guidata da Di Biagio) a destra, mentre Verdi occuperà l’inedito ruolo di “Falso Nueve”.  Sulla carta pare un tridente tecnico e molto rapido,  ma l’assenza di una punta di peso è certamente evidente.

Scendendo giù per il centrocampo la situazione non migliora. Detto dell’ingiusta espulsione dello svizzero subita domenica scorsa, bisognerà tenere conto anche del Jet -Leg di Pulgar (impegnato in sud America con il suo Cile, tornerà solo venerdì in Europa) e delle precarie condizioni (toh, ci risiamo!) di Viviani e Donsah. L’unico sicuro del posto sembra Nagy; il magiaro è reduce da 90 minuti di grande qualità nel match vinto dalla sua Ungheria contro la Lettonia. Il piccolo regista cresce sempre di più  e questo inorgoglisce la dirigenza Bolognese che l’ha fortemente inseguito durante il mercato estivo. Al suo fianco dovrebbe esserci Taider, anche lui meritevole del posto fisso dato il confortante principio di stagione.

In difesa la situazione sembra leggermente migliorare. Intanto Torosidis ha segnato il suo secondo gol consecutivo con la maglia della nazionale greca (di cui è anche capitano). Uno contro Gibilterra, l’altro due giorni fa contro l’Estonia. Non male per un laterale difensivo. Benissimo anche l’altro “binario felsineo” impegnato negli incontri internazionali: Emil Krafth ha sfoggiato un assist vincente (per il palermitano Hiljemark) nella facile vittoria della sua Svezia contro la Bulgaria.

La coppia di centrali partente pare scontata: in assenza di Capitan Gastaldello, sarà Mimmo Maietta a guidare la retroguardia affianco dell’altro greco Marios Oikonomou. Difficile che possa esserci una possibilità per lo scandivano Helander dal primo minuto.

In porta ovviamente è confermato Da Costa.

A proposito di portieri, Mirante dovrebbe tornare ad allenarsi regolarmente con i compagni dopo la grande paura di fine agosto. Una bellissima notizia per tutto l’ambiente!
In conclusione,  all’Olimpico sarà come al solito durissima, ma da questa banda di ragazzini è lecito aspettarsi di tutto!

  •   
  •  
  •  
  •