Chi è Frederic Massara il nuovo DS della Roma – VIDEO

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Frederic Massara

Massara e Sabatini (foto Tullio Puglia-Getty rielaborazione Karda per SuperNews)

Il divorzio era nell’aria da tempo, e alla fine si è consumato alla seconda sosta di campionato per gli impegni delle nazionali. Walter Sabatini lascia la Roma dopo 5 anni da direttore sportivo. Il dirigente e il club, spiega una nota l’AS Roma, hanno deciso di terminare consensualmente il loro rapporto lavorativo con effetto a partire da oggi, quando Sabatini terrà la sua conferenza stampa d’addio. Il Direttore Sportivo, che cede il posto al suo braccio destro Frederic Massara, è stato soprattutto l’uomo delle grandi manovre sul mercato, quello che con il suo modus operandi ha permesso ai conti disastrati di Trigoria di tornare piano piano alla normalità. Sabatini, il cui contratto sarebbe scaduto a giugno, lascia nel giorno in cui la Roma annuncia un rosso di bilancio di ‘appena’ 14 milioni di euro, caratterizzato da 77,5 milioni di plusvalenze. Certo, non è riuscito a costruire una squadra vincente. Il progetto cominciato nell’estate del 2011 è passato da Luis Enrique a Rudi Garcia, passando per Zeman e finendo per tornare a Spalletti. Sotto la sua gestione sono stati acquistati numerosi giocatori, alcuni ottimi (Pjanic, Lamela, Marquinhos, Benatia, Strootman, Nainggolan, Manolas) altri molto meno (Stekelenburg, Kjaer, Nico Lopez, Dodò, Jedvaj, Cole, Ucan). In generale però hanno contribuito a far crescere la Roma, che, ricordiamolo all’arrivo della gestione americana, e quindi di Sabatini, era una società sull’orlo del fallimento e con scarsissime prospettive. Queste la parole di commiato di James Pallotta: “Vorrei ringraziare Walter per quello che ha fatto per la Roma e per la sua dedizione nei confronti del nostro Club. Vorrei anche ringraziarlo per tutto quello che ho imparato da lui. Smetti di fumare per favore!”.

Il profilo di Frederic Massara

Come dice un vecchio adagio si chiude una porta si apre un portone, anche se il nuovo direttore sportivo giallorosso è in assoluta e totale continuità con la precedente gestione. Frederic Massara, infatti, è praticamente il “figlioccio” di Sabatini e da lui ha appreso tutte le metodologie di lavoro nonché i preziosi contatti. Considerando che all’orizzonte si profila un ruolo sempre più operativo di Marco Baldini non è difficile immaginare un ritorno sul mercato nello stile dei primi anni di gestione Pallotta, almeno fino alla costruzione del sospiratissimo Stadio di Tor di Valle. Ma vediamo chi è Frederic Massara. Come recita wikipedia il nuovo Direttore Sportivo giallorosso è nato a Torino l’11 novembre 1968. E’ uno dei “ragazzi del Filadelfia” la mitica scuola calcio (adesso la chiamano tutti cantera) del Torino anni 70-80. Proprio con il Torino di Sergio Vatta nel 1987 conquista il  Torneo di Viareggio, l’unico trofeo della sua carriera da calciatore.  Viene spesso aggregato alla prima squadra ma non debutterà mai nel Torino dei grandi. Il grande cruccio della sua avventura da calciatore che ha visto il suo massimo splendore nel Pescara di Giovanni Galeone. Massara approda in Abruzzo nel 1991 e ci rimane 3 anni fino al 1994. Fra Serie B e Serie A metterà insieme 100 presenze realizzando 15 gol tra cui uno dei 4 (in combutta con un certo Massimiliano Allegri) contro il Milan stellare di Capello, Van Basten, Maldini, Baresi e Gullit. La partita finì 4-5.

Dopo la sbornia pescarese Massara farà un piccolo giro d’Italia fra le serie minori, Andria, Palermo, Arezzo ancora Pescara, Moncalieri ancora Andria per chiudere la carriera in Serie D alla Tivoli Terme nel 2003. Terminata l’attività agonistica, a dimostrazione di una grande versatilità e competenza calcistica, prova a fare l’allenatore, ricoprendo l’incarico di vice con Benevento, Pescara e Martina. Ma è l’incontro con Walter Sabatini quello che gli cambia la vita e lo indirizza all’attuale professione. Appena chiuso il rapporto del dirigente umbro con la Lazio di Lotito, Sabatini si accorda con il Palermo di Zamparini e subito inserisce Massara tra i suoi collaboratori. Insieme metteranno a segno alcuni dei colpi che ancora oggi rendono floride le cassa del Palermo, Acquah, Bacinovic,Abel Hernández,Ilicic, Munoz e soprattutto Darmian e Pastore due giocatori che, scoperti dalla coppia Sabatini-Massara, ora sono al Manchester United e al Paris Saint Germain. Nella primavera del 2011 ottiene la qualifica di Direttore Sportivo (voto 110/110). Il resto sono i 5 anni a Roma da braccio destro del “capo” e adesso la grande occasione, fare la Roma del 2020 quella che giocherà nel nuovo Stadio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: