Crisi Inter, perse la metà di partite disputate. E’ questa la squadra da scudetto?

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

inter, de boerSe quella vista a Marassi è la stessa Inter che soltanto due giorni fa i più alti dirigenti nerazzurri davano come squadra che deve ambire allo scudetto allora c’è qualcosa che non va. Crisi Inter – Settima sconfitta in quattordici partite stagionali disputate, quinto stop in campionato, vetta lontana 13 punti, Milan e Lazio distanti 8 e 7 lunghezze. E De Boer che torna, nonostante le parole rassicuranti di venerdì dei dirigenti nerazzurri, ad essere a forte rischio esonero.
Contro la Sampdoria l’Inter forse avrebbe anche meritato il pareggio ma la squadra di De Boer continua ad essere preoccupantemente senza un’anima, troppo in balia degli avversari quando questi decidono di alzare i ritmi, con un gioco che soltanto a sprazzi dimostra di aver appreso i dettami del tecnico olandese e con un destino che è troppo legato alle prestazioni di Icardi. Se l’argentino non gira, come a Genova, l’Inter non è in grado di trovare altri interpreti in grado di prendere per mano la squadra. Crisi Inter – Le responsabilità di De Boer sono evidenti ma probabilmente vengono utilizzate dai giocatori come alibi per prestazioni al di sotto delle reali possibilità della squadra nerazzurra. Probabilmente il rapporto – legame tra tecnico e squadra non è cosi forte come all’Inter vogliono far credere e poi ci sono i tanti “casi” di questo inizio stagione che testimoniano delle difficoltà di gestione dello spogliatoio da parte di De Boer. Da Kondogbia a Brozovic passando per Gabigol… Per puntare allo scudetto l’Inter ha bisogno di cambiare qualcosa e quel qualcosa la società dovrà capire in fretta di cosa si tratti…

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: