Dirigenza Milan, Albertini: “Nessun contatto con Fassone, Maldini avrà avuto le sue ragioni”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
dirigenza milan

Albertini si allontana dalla dirigenza milan

Dirigenza Milan, continua il rebus attorno al nome,  se ci sarà, della bandiera rossonera che affiancherà Fassone e Mirabelli nella nuova dirigenza Milan della nuova era cinese. Il closing si avvicina, nei prossimi giorni verranno resi noti i nomi degli investitori che rileveranno il pacchetto azionario del Milan dalla Fininvest. Tra i nomi che si sono fatti che il ruolo di bandiera nella nuova dirigenza Milan c’è stato anche quello di Demetrio Albertini, già dirigente federale in passato. L’ex centrocampista rossonero ha però spento sul nascere le voci che lo vorrebbero nella nuova dirigenza Milan:” Per quanto mi riguarda Fassone non mi ha chiamato e quindi questa è l’unica certezza”. Sembra allontanarsi dunque un ritorno di Albertini al Milan nei panni di dirigente, in un ruolo simile a quello che ha Javier Zanetti nell’Inter. Albertini riguardo la nuova dirigenza Milan ha parlato anche del caso Maldini:”Il no di Maldini è difficile da valutare. Lui sicuramente avrà avuto le sue ragioni e credo che la richiesta di conoscere la proprietà fosse una richiesta sensata”. Queste le parole di Albertini, l’ennesima difesa della scelta dell’ex capitano del Milan di declinare l’offerta di Fassone per entrare a far parte della nuova dirigenza Milan. La lista dell’amministratore delegato in pectore del Milan si accorcia sempre più, il nome più caldo sembra essere quello di Massimo Ambrosini, senza dimenticare Franco Baresi, già presente nell’organigramma societario rossonero.

Dirigenza Milan, perché Baresi sarebbe la scelta giusta

C’è solo un capitano ed è Franco Baresi”, così cantavano i tifosi del Milan domenica scorsa sugli spalti del Bentegodi durante Chievo-Milan. Baresi fa già parte dell’organigramma societario rossonero, dopo le esperienze in panchina con Primavera e Berretti, dal 2008 fa parte della direzione marketing del Milan. Baresi nella nuova dirigenza Milan metterebbe d’accordo tutti, soprattutto i tifosi, che sventolano orgogliosi la bandiera con il numero 6 dell’ex capitano rossonero. Discreto, diplomatico quanto basta, grande conoscitore di calcio e sempre rimasto attaccato al Milan, Baresi sarebbe la figura ideale per traghettare il Milan nella nuova era cinese. L’alternativa a Baresi è sempre Massimo Ambrosini, attualmente impegnato come commentatore a Sky, anche lui molto amato dai tifosi e apprezzato nella dirigenza Milan vecchia e nuova. Un bel rompicapo per Fassone e Mirabelli, il ruolo di bandiera all’interno della dirigenza Milan dovrà essere il trade union tra la squadra e la nuova dirigenza Milan, i petali della margherita sono sempre meno e il closing è sempre più vicino.

  •   
  •  
  •  
  •