Empoli – Roma, le DICHIARAZIONI nel postpartita. Spalletti elogia Skorupski. Rammarico per le diverse occasioni non concretizzate

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui
170001375-da2c3c54-dba7-4f7f-a94f-d1a07a7a5357

La Roma impatta ad Empoli e non riesce ad andare oltre lo 0-0. Con la vittoria della Juventus sul Napoli, i bianconeri guadagnano altre due lunghezze sulla squadra di Spalletti

DICHIARAZIONI

Luciano Spalletti: “Skorupski? E’ un buon portiere, ha fatto quello che doveva fare. Ci abbiamo provato in diversi modi, ci ha messo del suo, ma anche noi un pochettino ci abbiamo messo del nostro. L’Empoli ha fatto una partita ineccepibile dal punto di vista tattico, il campo non ci ha aiutato, non ci permetteva di fare giocate veloci. Ad un certo punto si è fatto tutto più difficile e abbiamo rischiato anche di prendere gol in ripartenza. Abbiamo cercato sempre di fare la partita e di vincerla, abbiamo vinto partite molto più difficili dal punto di vista delle occasioni“. La crescita di Paredes: “Ha fatto bene, l’ho fatto giocare perché sta bene e l’ho scelto in funzione della sua qualità nella verticalizzazione. Ce lo aspettavamo così, doveva prendere un po’ di confidenza con la nuova realtà, ma è molto forte“. Come mai sono stati invertiti Emerson e Rudiger?  Da un punto di vista tattico ci faceva comodo così. Volevo girare palla, non volevo spingere. Emerson in quella posizione ha tirato un paio di cannonate da quella posizione ed ha servito un buon pallone a Dzeko“.

Bruno Peres: “Abbiamo fatto una grande partita, loro sono stati fortunati a non subire gol perché le opportunità per noi ci sono state eccome. Skorupski è stato bravissimo, noi abbiamo fatto benissimo e penso che questo sia la strada giusta. Florenzi? Siamo tristi perché è una persona stupenda, ora dobbiamo vincere sempre per lui. Io ora giocherò di più, devo prendere il ritmo il prima possibile“.

Radja Nainggolan: “Oggi è una di quelle giornate dove se hai le occasioni devi far gol. Dobbiamo rimanere positivi, siamo vivi e ci siamo. Dobbiamo solo concretizzare di più“. Sull’ottima prestazione di Lukasz Skorupski: “Gli ho detto che è ancora di nostra proprietà e qualcosa poteva regalarci. No, a parte gli scherzi lui deve pensare a se stesso. Se non ci fosse stato lui la Roma avrebbe vinto“. Occasione persa per riavvicinarsi alla Juventus? E’ un’occasione sprecata se si vede il risultato di oggi però, ripeto, siamo vivi, abbiamo pareggiato giocato a pallone poi non sempre si possono fare tre, quattro gol“.

Daniele De Rossi: “Sono queste le partite che come punti pesano, bisogna anche analizzarle e va detto che sono state prestazioni diverse. A Cagliari abbiamo fatto molto male, mentre oggi abbiamo dimostrato che ci sono stati dei passi in avanti dal punto di vista del gioco e dell’atteggiamento. La squadra non ha mollato un secondo, questa è la strada giusta per tentare di arrivare davanti alla Juventus“.

Giovanni Martuscello: Alla fine avete raccolto un bel punto oggi: “Contro la Roma si soffre sempre, chi dice il contrario non capisce nulla di calcio. Hanno creato i presupposti per farci goal, ma alla fine poteva scapparci qualcosa di più. Non ci siamo uniti nella sofferenza“. Saponara in quest’inizio di Campionato è apparso in difficoltà: “La nostra squadra è strutturata come blocco. Non è demerito di Riccardo. Come tutti i giocatori di estro si deve infiammare. Quando cerchi il goal in maniera ossessiva ti blocchi. Ha offerto un paio di assist e ha giocato davvero bene“.

  •   
  •  
  •  
  •