Insigne in panchina con il Crotone e il rinnovo con il Napoli si allontana

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Insigne out a Crotone, quale futuro per lui? Tottenham e Liverpool ci provano

Insigne

Lorenzo Insigne, momento no per lui

Insigne non giocherà titolare contro il Crotone, questa è una della certezze che caratterizza i giorni di vigilia azzurra prima della trasferta in Calabria. Crotone-Napoli sarà la prima partita giocata in serie A dai rossoblu nello stadio di casa, mister Nicola sperava di raccogliere di più rispetto all’unico punto ottenuto fino ad ora in campionato. Sarri, dal canto suo effettuerà diversi cambi rispetto al Besiktas, in tutti i reparti. In difesa torneranno titolari Hysaj e Maksimovic, rispettivamente al posto di Maggio e Chiriches, mentre Koulibaly e Ghoulam completeranno il reparto ancora orfano di Albiol. A centrocampo Sarri riproporrà Zielinski, mentre Diawara potrebbe essere preferito dal primo minuto a Jorginho, in difficoltà nelle ultime partite, intoccabile Hamsik. In attacco, come detto, non ci sarà Insigne, uscito in lacrime al momento della sostituzione con Gabbiadini. L’ex sampdoriano guiderà l’attacco partenopeo, con Callejon e Mertens ai suoi lati, qualche possibilità per Giaccherini di partire titolare. Periodo davvero non facile per Insigne, ancora nessun gol realizzato in stagione e un rinnovo di contratto che sembra sempre più complicato. Il rapporto tra Insigne e il pubblico del San Paolo è sempre stato ricco di alti e bassi, contro il Besiktas c’è stato forse il punto più basso della storia tra il folletto di Frattamaggiore e il pubblico partenopeo.

Insigne, rinnovo o partenza?

Su Insigne ci sono gli occhi di diverse squadre estere, soprattutto della Premier League, Tottenham e Liverpool sarebbero pronte ad offrire anche 50 milioni di euro per il numero 24 del Napoli. In questo momento Insigne è finito in fondo alla gerarchie di Sarri per l’attacco, con Callejon inamovibile e Mertens trascinatore, l’ex Foggia rischia di vedere più panchina che campo nel prossimo futuro. Il Napoli a gennaio avrà bisogno di un attaccante per sostituire Milik e potrebbe finanziare l’operazione con la cessione di Insigne, se il giocatore non dovesse tornare a esprimersi sui suoi migliori livelli. Insigne a parte il Napoli a Crotone ha assolutamente bisogno di tornare a far punti, tre sconfitte consecutive, tra campionato e Champions League, sono davvero troppe per una squadra che fino a un paio di settimane fa giocava il miglior calcio d’Italia e tra i migliori d’Europa.

  •   
  •  
  •  
  •