Inter, approvato il bilancio. Suning: “Avanti con De Boer, ma servono risultati”

Pubblicato il autore: matteo lanzi Segui

L’obiettivo rimane la Champions. A maggior ragione dopo l’assemblea dei soci di stamani, che ha approvato all’unanimità il bilancio al 30 Giugno 2016. Ennesima chiusura in negativo, con un passivo di 59,6 milioni di euro, comunque migliore dei 140,4 del precedente esercizio. Un miglioramento che comunque non basta a far dormire sonni tranquilli alla proprietà cinese, che ha ribadito ancora una volta l’impellenza di conquistare l’accesso alla prossima Champions League,mandando quindi un messaggio chiaro a Frank De Boer…

Non si può più aspettare.

A presiedere l’assemblea non c’era il Presidente Erik Thoir, assente per motivi familiari e sostituito dal delegato Nicola Volpi. A rappresentare la minoranza indonesiana ha provveduto Isenta Hioe, ex consigliere neroazzurro e braccio destro del tycon. L’assemblea si è aperta con un lungo discorso di Volpi, che prima di tutto ha espresso la vicinanza di tutto l’ambiente interista al Presidente Thoir, vicino in queste ore al padre gravemente malato. La diatriba è scivolata poi sul tema più attuale e di maggiore clamore, i risultati tutt’altro che soddisfacenti della prima squadra:” Le ultime uscite del nostro team non sono di state di gran livello, a parte qualche episodio favorevole, ma la stagione è lunga e c’è ancora molto tempo per fare bene. L’importante è che la società in ogni suo reparto sia unita e vicina alla squadra e all’allenatore. Ogni decisione è presa solamente nell’interesse di tutto il mondo Inter “. Si è parlato poi degli obiettivi a questo punto della stagione :” L’obiettivo rimane la Champions. Una squadra come l’Inter  deve, per storia e tradizione, stare nella competizione europea più importante e siamo sicuri di poter ancora lottare per quest’obiettivo, visto che il cammino è ancora lungo. ” E’ stato poi approvato all’unanimità il bilancio, presentato da Alessandro Antonello, in qualità di nuovo COO, e da Tim Williams, nuovo CFO.  Un bilancio soddisfacente secondo la dirigenza, come confermato da Yang Yang, uomo di fiducia di Suning :” Siamo molto contenti del lavoro fatto dalla dirigenza. Siamo rientrati in linea con i parametri del FFP e questo è positivo, il club è sano.”

era suningFiducia illimitata a De Boer, o così sembra…

Appena finita l’assemblea c’è stata una conferenza stampa alla quale hanno partecipato tutta la dirigenza, compresi Zanetti e Ausilio. Un incontro nel quale si sono toccati diversi temi, da quelli economico- finanziari a, naturalmente, quelli tecnici. Oltre a ribadire la stabilità della società, la fiducia nel Join-Venture che vede coinvolti Suning e Thoir, si è parlato degli ultimi risultati della squadra e della fiducia a De Boer. L’idea di base, più volte confermata,è quella di proseguire con l’olandese : la dirigenza è consapevole delle difficoltà avute e che ci potranno essere, ma crede in questa guida tecnica e è decisa a continuarla. Zero rimpianti per l’esonero di Mancini, ma viene confermata e ripetuta la voglia ( e la necessità ) di ottenere risultati nel medio periodo per riacquistare prestigio e anche solidità economica. Intanto l’Inter ( che continuerà a essere guidata dal collante indo-cinese) aspetta Gabriel Barbosa, che sta crescendo piano piano e che attende da un momento all’altro la sua occasione…

  •   
  •  
  •  
  •