Lazio, ancora una vittoria: battuto il Sassuolo 2-1 grazie a Lulic ed Immobile

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

Immobile in gol in Lazio-Sassuolo
All’Olimpico di Roma sono scese in campo Lazio e Sassuolo per l’11ma giornata di Serie A: i biancocelesti hanno battuto per 2-1 gli emiliani grazie ad uno scatenato Immobile e ad un gol fortunato del bosniaco Lulic.

ROMA – Continua senza sosta il cammino vincente della Lazio, in una stagione che potrebbe acclamare i ragazzi di Inzaghi come outsider nella corsa al titolo. Dopo aver dilagato nel turno infrasettimanale contro il Cagliari, la Lazio ha ospitato il Sassuolo di Di Francesco, squadra temibile nonostante le numerose assenze. Sebbene nel primo tempo i biancocelesti abbiano sofferto la freschezza dei neroverdi, nella ripresa Immobile e Lulic hanno firmato un successo che vale il quarto posto in classifica.

PRIMI 45 MINUTI: TANTA PAURA E ZERO GOL – Annoverate tra le migliori squadre dell’intero campionato, Lazio e Sassuolo si sono date battaglia per tre punti utili per morale e classifica. Sebbene decimati dagli infortuni, i ragazzi di Di Francesco sono scesi in campo con il giusto piglio, mettendo in seria difficoltà la retroguardia dei padroni di casa: Defrel e Politano hanno letteralmente fatto impazzire Hoedt, Radu, Wallace e Basta, intenti ad arginare – come possibile – i due folletti neroverdi. Dall’altro lato Keità e Immobile hanno trovato  parecchia difficoltà nel penetrare tra le maglie degli emiliani, attenti e precisi nel bloccare le iniziative dei due gioielli biancocelesti.

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

SECONDO TEMPO: GOL E SPETTACOLO FINO AL 90′ – Nella ripresa Lazio e Sassuolo sono tornate sul prato dell’Olimpico desiderose di sbloccare un match inaspettatamente fermo sullo zero a zero. Al 50′ è arrivata la prima fiammata dei ragazzi di Inzaghi, con Keità protagonista di una delle sue proverbiali cavalcate, il quale ha crossato in area di rigore, favorendo l’errore di Consigli ed il gol di Lulic, ben appostato sulla linea di porta e pronto al tap-in. Sull’onda dell’entusiasmo, la Lazio ha trovato appena cinque minuti dopo il raddoppio con il suo bomber Immobile, abile nello sfruttare un calcio d’angolo e a mettere a segno da pochi passi il suo nono gol stagionale. Nemmeno due minuti dopo il Sassuolo si è svegliato: al 57′ è stato Politano ad inventare per Defrel un pallone che il francese ha piazzato alle spalle di Marchetti, riaprendo le ostilità. Da questo momento in poi il Sassuolo ha provato fino all’ultimo instante a trovare il pareggio, con poca fortuna e soprattutto dovendo far i con una difesa laziale in giornata di grazia.

Leggi anche:  Eriksen, l'agente racconta: "Christian non molla"

LAZIO A RIDOSSO DELLA VETTA: CAMBIANO GLI OBBIETTIVI STAGIONALI? – Partita in sordina, la Lazio di Simone Inzaghi sta dimostrando di aver trovato la quadratura del cerchio. Dopo un mercato estivo poco scoppiettante, l’addio di Candreva senza l’arrivo di un sostituto all’altezza e il caso-Keità, la squadra del presidente Lotito sta regalando gol e spettacolo giornata dopo giornata: grazie alla mentalità vincente inculcatale dal tecnico Inzaghi, in ogni partita la Lazio scende in campo conscia di poter vincere anche contro avversari più blasonati. In attesa dell’esame-Napoli, partita in programma nella prossima giornata, la Lazio vista sin’ora può davvero arrivare in alto, qualora infortuni o cali fisici non impediscano ad Immobile e compagni di continuare la strada intrapresa. Dopo un anno totalmente negativo, ad oggi la Lazio 2016/2017 può sicuramente ambire al terzo posto, utile in ottica Champions League. I mezzi tecnici, la mentalità giusta e l’umiltà ci sono, e se sfruttati a dovere, possono davvero portare i biancocelesti a imporsi nuovamente nel panorama calcistico italiano.

  •   
  •  
  •  
  •