Milan, il flop degli abbonamenti. Mai così in basso negli ultimi trent’anni!

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
san siroPoca fiducia nel nuovo corso del Milan da parte dei tifosi rossoneri. E’ questa la sentenza inappellabile che arriva dall’analisi dei dati finali della campagna abbonamenti per la stagione in corso del Milan che si è chiusa domenica scorsa. Nonostante un buon inizio di campionato che avrebbe potuto fare da traino agli abbonamenti dopo un inizio così così dei rossoneri in campionato i tifosi del Milan hanno “abbandonato” la squadra. Il dato della campagna abbonamenti per la stagione 2016/2017 è il peggiore mai raggiunto dal Milan negli ultimi trentacinque anni. Le tessere vendute sono state soltanto 12.767 nonostante i prezzi mediamente più bassi imposti dalla società proprio per incentivare la sottoscrizione degli abbonamenti.  Il dato di quest’anno rappresenta per la società rossonera un record negativo difficilmente superabile. Per trovare un andamento peggiore bisogna andare addirittura alla stagione  1981/82, negli anni non proprio felici per la società rossonera. L’esito della campagna abbonamenti di quest’anno è il peggiore dell’era Berlusconi: con il Cavaliere alla guida del club mai si erano raggiunti numeri così bassi. San Siro, quindi, si prepara ad una stagione con tanti vuoti sugli spalti, ad eccezione ovviamente di alcune partite di cartello che faranno riempire lo stadio milanese. Ma il danno economico per la società rimane ed è anche molto rivelante. Rispetto lo scorso anno il calo è stato di circa 7 mila abbonamenti.  Nella classifica relativa a tutte le altre squadre di Serie A il dato degli abbonamenti del Milan è molto simile a quello dell’Udinese , del Torino e dell’Atalanta e ben al di sotto di quello di Juventus, Fiorentina, Roma, Sampdoria, Genoa, Inter e Bologna. Il numero di abbonati milanisti  è sceso del 65,8% negli ultimi dieci anni.  L’andamento degli abbonamenti è lo specchi fedele di quelli che sono stati gli ultimi anni del Milan, caratterizzati da una grande incertezza a livello dirigenziale e da scarsi risultati sportivi raggiunti. La nuova proprietà cinese dovrà puntare anche sul recupero di questo rapporto con i tifosi e per farlo, ovviamente,  grande attenzione dovrà essere data ad interventi decisi e mirati sul mercato che possano permettere al Milan di riprendersi il suo posto tra le grandi d’ Italia e d’Europa.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: