Milan – Pescara, le DICHIARAZIONI nel postpartita. Dedica speciale di Bonaventura. Oddo sicuro che i risultati arriveranno

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Con il goal su punizione di Giacomo Bonaventura il Milan torna alla vittoria dopo il pesante ko di Genova. Terzo posto in solitaria per i rossoneri

DICHIARAZIONI

Vincenzo Montella: Bel gesto di Bonaventura che ha voluto dedicare la rete ai terremotati: Mi associo insieme alla squadra, anche perché ho vissuto da bambino il terremoto dell’ Irpinia. Spero che questo messaggio possa dare un po’ di sollievo a tutte le persone colpite da quei danni“. Siete al terzo posto in classifica: Vittoria importante, il Pescara è una buona squadra e attacca le linee in profondità. Complimenti a loro. Volevo chiuderla prima visti gli spazi che si stavano creando e per la nostra qualità potevamo chiuderla prima“. Su Bacca: “Ogni domenica c’è un caso, ogni squadra ne ha uno. Ma in ogni partita possono scendere in campo undici giocatori e tre sostituzione, dunque non c’è nessun caso“. Difficoltà a gestire il vantaggio? “Troppa frenesia, ci siamo abbassati troppo. Siamo andati vicino al raddoppio ma poi abbiamo giocato un po’ a folate. Dobbiamo crescere nella gestione della palla sicuramente“.

Giacomo Bonaventura
: “Il mio è stato un gol da tre punti, sono contento. Abbiamo fatto una bella prestazione, siamo stati bravi a soffrire. L’importante era vincere. Il Pescara ha giocato bene, abbiamo avuto un po’ di paura ma era fondamentale portare a casa i tre punti senza subire gol. Il mister mi chiede di fare un certo tipo di lavoro e cerco di farlo. Siamo in undici a giocare, sono contento per il gol ma soprattutto per la vittoria. Ci godiamo questo terzo posto“. Due batture sul goal di punizione: “Appena l’arbitro ha fischiato punizione ho pensato di batterla così. Dedico la rete alla gente che sta soffrendo per l’ultima catastrofe del terremoto. Essendo di quelle zone so cosa significa, ci tenevo a dare un pensiero a queste persone ma sicuramente faremo qualcosa a livello di squadra perché hanno bisogno di noi“.

Massimo Oddo: “Purtroppo i punti son pochi ma quando non riesci a vincere le partite non è che possiamo appellarci alla sfortuna. I complimenti sono positivi se li trasformi in rabbia la domenica dopo. Dobbiamo migliorare tante piccole cose per non farci più perdere gare così“.
Rimprovererebbe qualcosa alla squadra? Abbiamo regalato la punizione al limite dell’area da cui è scaturito il gol. Dopo non so cosa posso rimproverare ai ragazzi, siamo venuti a giocarcela contro il Milan a San Siro“. L’ambiente è sempre dalla sua parte? “Assolutamente sì. Pescara è una piazza che vuole giocare a calcio. Non abbiamo la struttura fisica per difenderci e ripartire. Giocare così ci sta dando continuità di prestazioni e se si continua così i risultati arrivano“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,