Milan vs Pescara, le pagelle: Donnarumma e Bonaventura salvano il Diavolo

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Bonaventura-Milan
Il Milan riparte con un successo dopo il pesante tre a zero di Genova. Una vittoria non certo convincente ma importantissima per la classifica dei rossoneri.

Ecco le pagelle degli uomini di Montella:

Donnarumma 7,5 – E’ ancora Gigio a salvare i rossoneri come contro la Juve sul tiro di Khedira, come contro il Toro: una parata, l’ennesima di questa brillante stagione, che vale oro. Attento e puntuale nelle uscite, una partita senza macchia impreziosita da un volo che vale tre punti. Impeccabile come sempre.

Abate 6 – Il terzino fatica non poco e pensa più a difendere che a offendere. E’ comunque ordinato e puntuale nelle chiusure, certo che con un po’ più di verve forse si poteva provare anche a far male. Una delle prime prove sufficienti di questa stagione.

Gomez 6,5 – In molti nutrono sospetti su questo giocatore, ma questa volta nessun errore e nessuna incertezza. Va anche detto che l’avversario non era dei più ostici, ma è comunque positiva la prova del centrale rossonero. Meglio nel primo tempo quando copre alcune sbavature del suo compagno di reparto.

Romagnoli 6 – Qualche incertezza nel primo tempo, poi sale in cattedra nel corso della seconda frazione. Chiude la porta quando il Pescara prova a spingere sull’acceleratore.

De Sciglio 5,5 – Troppe incertezze, troppe indecisioni: il gol sfiorato non basta ad alzare il voto della sua prestazione. Questo ragazzo si dimostra sempre troppo altalenante.

Sosa 5 – Il centrocampista acquistato in estate non brilla per intraprendenza, davvero poche le azioni degne di nota. Impalpabile, uno dei peggiori in campo (dal 68′ Kucka 6,5 – Si conferma sempre come uno dei migliori, uno dei più propositivi di questa squadra. Elemento imprescindibile per il centrocampo di Montella)

Locatelli 6 – Rompe bene alcune trame degli avversari, recupera diversi palloni ma fatica troppo a tessere manovre di gioco degne di nota. Non brilla per continuità ma è normale per un ragazzo così giovane che si è trovato titolare quasi per caso: esperienza per il futuro.

Bonaventura 7,5 – Jack si inventa una punizione d’astuzia e sblocca il match. Una giocata che ricorda tanto il gol di Ronaldinho in maglia blaugrana in una lontana sfida di Champions di inizio millennio. Bonaventura torna indispensabile per questa squadra dopo un inizio onesto ma al di sotto dei suoi standard.

Suso 7– Quando ha il pallone tra i piedi dà sempre l’impressione di poter creare qualcosa. A tratti pare immarcabile, a Genova si è sentita la mancanza delle sue giocate. Assieme a Donnarumma e a Bonaventura, è il migliore del match.

Bacca 5,5 – Ha diverse occasioni per lasciare il segno sull’incontro ma fallisce l’appuntamento con il gol un po’ per colpa sua, un po’ per sfortuna (palo). Non va a segno ma si sbatte sempre tanto per i compagni e lotta dietro a ogni pallone, peccato per l’incomprensione con Montella al momento del cambio. Il colombiano è uno dei migliori giocatori di questa serie A, ma è sempre importante capire quanto certi atteggiamenti possano far male allo spogliatoio e come possano mettere in imbarazzo l’allenatore di fronte alle telecamere (dall’84’ Luiz Adriano s. v. Una decina di minuti, recupero compreso. Impossibile poterlo giudicare al pari dei suoi compagni di squadra).

  •   
  •  
  •  
  •