Palermo, Zamparini ammette: “Vendo la maggioranza ai cinesi ma non me ne vado”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

palermo, zampariniPalermo, Zamparini parla della probabile cessione della società ad un gruppo cinese
Il vulcanico presidente del Palermo Maurizio Zamparini esce allo scoperto e durante la trasmissione radiofonica Un giorno da pecora ammette l’intenzione di cedere il pacchetto di maggioranza del club rosanero ai cinesi. “Un fondo di stato” precisa Zamparini, che sembra essere intenzionato a “rilevare la maggioranza del club, mantenendomi come socio; metterò a disposizione una struttura nella quale ci sarò anche io.” Dunque Zamparini vende, ma non tutta la società. Non è intenzionato a lasciare andare, definitivamente, il suo gioiello. Ma è ovvio che i cinesi porterebbero soldi ed ambizioni, proprio quello di cui ha bisogno Palermo. Il presidente spiega le intenzioni del fondo di investimento asiatico: “Loro hanno dei fondi nei quali mettono dei soldi ed intervengono nell’economia, ma per quanto riguarda il progetto Palermo dovranno spiegare loro cosa fare. Se vogliono un Palermo da Champions devono mettere 200 milioni, se vogliono fare l’Europa League 50 e se vogliono salvarsi ne bastano 20.”

Palermo, Zamparini apre ai cinesi: ecco le cifre

Il presidente ha parlato, poi, delle cifre che servono per chiudere la trattativa e per risollevare le sorti del Palermo: “Stiamo parlando di una trattativa di 200 milioni di euro. 150 serviranno solo per lo stadio e altri 30 per il centro sportivo. Entro due mesi bisogna chiudere l’accordo in modo tale da cominciare a costruire lo stadio in estate.” L’intervista di Zamparini si è chiusa con una dichiarazione d’amore per il tecnico De Zerbi: “quest’anno il grande acquisto è lui, non lo mando via, è più facile che lui cacci me“.

  •   
  •  
  •  
  •