Roma, con l’infortunio di Manolas ora è vera emergenza difesa

Pubblicato il autore: Andrea Bellini Segui

Roma

Non c’è pace per la Roma: nella partita di ieri pomeriggio, infatti, giocata contro l’Empoli e terminata con uno scialbo pareggio a reti inviolate, il centrale difensivo greco Manolas ha rimediato, dopo uno scontro, un brutto colpo al volto; inizialmente si pensava ad un problema di facile risoluzione, ma dopo gli esami strumentali è stata diagnosticata la rottura del naso, che verrà operato già oggi. I tempi di recupero sono stimati in 15 giorni: il che vuol dire un rientro probabile già contro l’Atalanta il 20 novembre; sostanzialmente Manolas salterà solo la trasferta di Bologna della prossima giornata, in quanto poi il campionato sarà fermo per le partite della Nazionale, che affronterà prima il Liechtenstein  il 12 novembre a Vaduz (match valido per le qualificazioni mondiali) e successivamente la Germania, in una partita amichevole che si giocherà il 15 novembre a Milano.

Roma, Spalletti dovrà reinventare la difesa

Manolas è solo l’ultimo nome che si aggiunge alla lista degli infortunati tra i difensori della Roma: va ad aggiungersi, infatti a Florenzi (qui le sue parole dopo essere stato dimesso a seguito dell’operazione subita per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Vermaelen (che soffre di pubalgia e dovrebbe tornare disponibile tra circa un mese) e Mario Rui (fermo per un infortunio speculare a quello occorso a Florenzi, difficile vederlo in campo prima della fine del 2016). A tutta questa sfilza di nomi (e che nomi!), potrebbe aggiungersi quello di Emerson Palmieri: il terzino brasiliano è uscito anch’egli per infortunio nel corso della partita contro l’Empoli; si tratta di un problema muscolare, che verrà meglio analizzato nelle prossima ore: Spalletti spera sia solo un affaticamento, così da averlo a disposizione già dal prossimo impegno di Europa League, giovedì in trasferta contro l’Austria Vienna. Il tecnico giallorosso nei prossimi impegni dovrà quindi schierare obbligatoriamente Bruno Peres, Fazio, Rudiger e Juan Jesus, sempre con l’incognita, appunto, legata ad Emerson Palmieri. Rudiger che ha corso un grosso rischio nelle ore precedenti all’impegno proprio contro l’Empoli: il difensore tedesco si era recato presso Villa Stuart per visitare il compagno di reparto Florenzi, quando, scendendo dalla sua auto, ha effettuato una torsione innaturale del ginocchio, provando subito una fitta preoccupante; si è subito sottoposto a dei controlli che, fortuna sua e di tutta la Roma, non hanno rilevato complicanze, tanto da permettergli di scendere in campo domenica pomeriggio. Sarebbe stato un grosso guaio, tanto più per un giocatore appena rientrato da un infortunio importante. Infine, come riporta la Gazzetta dello Sport, in giornata controlli anche per Totti, che lamenta una affaticamento del flessore sinistro. Per lui giovedì dovrebbe essere prevista una giornata di riposo, mentre dovrebbe essere a disposizione di Spalletti per la prossima partita contro il Bologna; come si schiererà allora la Roma giovedì contro l’Austria Vienna? Detto delle scelte obbligate in difesa, dovremmo assistere ad un leggero turnover in attacco: spazio quindi per Iturbe e Perotti, entrato nella ripresa del match giocato con l’Empoli, che dovrebbero agire alle spalle di Dzeko. Infine, rivolgendo uno sguardo al centrocampo, è da valutare la condizione di Strootman, ancora alle prese con i problemi alla schiena, che gli hanno impedito di scendere in campo anche ieri.

  •   
  •  
  •  
  •