Roma, Dzeko rilancia: “Questo è il vero Edin, voglio migliorarmi ancora”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Roma, Dzeko ai microfoni di Roma Radio ha parlato del suo momento e delle sue ambizioni per il futuro: ecco l’intervista integrale

roma, dzeko
Edin Dzeko
, centravanti della Roma e capocannoniere della Serie A con 8 reti in 9 partite, ha rilasciato un’intervista a Roma Radio, emittente radiofonica ufficiale della società giallorossa. Il bosniaco ha parlato del suo ottimo momento, delle sue ambizioni per il futuro, dell’apporto anche in zona assist e di molto altro ancora. Ecco le dichiarazioni integrali del numero 9 giallorosso.
Vuoi continuare con questa media gol?E’ incredibile il fatto che l’anno scorso ho fatto 8 gol in 31 partite e quest’anno 8 gol in appena 9 partite. Mi sento bene e voglio continuare così, il vero Dzeko è quello di quest’anno.”
Gli assist? “Nella mia carriera ho sempre fatto tanti gol ma anche molti assist. Posso fare anche questo, ma il mio lavoro principale è fare gol.”
Spalletti ti ha spronato sempre ad andare oltre la linea difensiva della squadra avversariaVuole sempre di più da me, ma anche io lo voglio. Ora ho fatto 8 gol ma voglio continuare così e anzi, se possibile, migliorarmi. Dopo vediamo dove arriveremo, per ora posso dire che mister Spalletti vuole che la squadra metta queste palle dietro alla difesa avversaria per me. Il calcio italiano è questo e devo fare così, lo scorso anno non facevo questi movimenti ed è anche per questo che non ho fatto molti gol.
Cosa ne pensi del calcio italiano?Ci sono sempre due o tre difensori che ti vengono a marcare, nel primo anno non sapevo come giocassero, ora lo so e si sta vedendo.
Picchiano più in Italia o in Inghilterra?In Italia.”
Ieri sera hai provato a fare un lancio al volo che non ti è riuscito, poi qualcuno ti ha fatto forse una battuta…Non lo so, forse Radja. Volevo fare un passaggio verso Szczesny ma ho sbagliato.”

Roma, Dzeko evidenzia l’amore della tifoseria giallorossa e spiega le ambizioni del club
Che effetto ti fa sentire l’amore dei tifosi?Ora mi sento bene e mi sento a casa. Vediamo però quando non segnerò per due partite di fila (risata). L’anno scorso è stato difficile ma ormai il peggio è passato e guardo solo al futuro. Siamo secondi e stiamo facendo bene, la squadra è forte.”
Dove può arrivare la Roma?Dobbiamo pensare partita per partita, ora abbiamo un match fuori con il Sassuolo che gioca molto bene. Non sarà facile, ma dobbiamo giocare come con il Napoli. Non bisogna perdere punti contro squadre meno forti di te…
Con il Torino vi siete resi conto che non andava gestita in quel modo la partitaNon abbiamo fatto bene, sia io che tutta la squadra, ma ormai è passata. Poi c’è stata la vittoria con l’Inter, dove abbiamo giocato meglio e abbiamo battuto una squadra molto forte. Con il Napoli ci davano per sconfitti e invece abbiamo fatto la partita più bella da quando sono qui. Non è semplice vincere 3-1 in casa del Napoli, non è da tutti.”

La tua partita più bella fin qui?Quella con l’Inter.”
Cos’è il gol per te? “E’ tutto, quando segno le sensazioni sono incredibili. Il gol è la mia vita.”
Studi ancora l’italiano?Un pò si, ma lo imparo parlando con voi.”
Chi rompe più le scatole in campo? Manolas?Manolas parla sempre fuori dal campo, in campo dovrebbe farlo di più. C’è De Rossi, ma lui è il nostro capitano e deve farsi sentire.
E Salah? Siete la miglior coppia della Serie ALui segna e fa assist, è tranquillo. E’ un ragazzo incredibile, un giocatore forte ed importante per noi. Ha già fatto 5 gol in 9 partite e non è il tipico attaccante, mi trovo molto bene con lui.

  •   
  •  
  •  
  •