Roma-Inter, conferenza stampa De Boer: “Evitare atteggiamento di Praga”

Pubblicato il autore: Doro Thea Segui

Ha recentemente parlato nella solita conferenza stampa pre-partita il tecnico della squadra nerazzurra Frank De Boer, alla vigilia del big match tra Roma e Inter, in programma domenica sera alle ore 20:45 presso lo stadio Olimpico di Roma. “Evitare l’atteggiamento di Praga”, questo sarà l’imperativo della squadra milanese in vista dei prossimi impegni e, soprattutto, contro la forte corazzata giallorossa.“Ho parlato con i ragazzi, non voglio vedere l’atteggiamento visto sul campo dello Sparta Praga. La partita non comincia quando l’arbitro fischia, inizia nei giorni prima: i giocatori devono avere in testa solo la gara”. Queste le parole in un italiano “tormentato” rilasciate dall’allenatore olandese, che ha così commentato la disfatta di Praga in Europa League di giovedì sera.

Circa la gara di domenica sera contro la Roma e, più in generale, sul capitano giallorosso Francesco Totti, il Mister afferma: “La Roma è una squadra molto forte, dobbiamo farci trovare pronti perché sarà davvero difficile. Loro hanno molti giocatori che possono fare la differenza. Totti è un gran calciatore, è sempre pericoloso e può segnare in qualsiasi momento, per cui non è semplice da marcare. Ha sicuramente tanta esperienza alle spalle e quando entra in campo può fare la differenza. Contro la Roma è facile avere il giusto atteggiamento, dato che è un un big match. Voglio vedere una squadra concentrata allo stesso modo contro tutti gli avversari, non solo contro le grandi”.

Ancora sulla situazione mentale del calciatori: “Abbiamo parlato con tutti e poi con i giocatori in maniera individuale. Si può migliorare, ognuno nel suo gioco, per me non è un problema quando un giocatore sbaglia però deve capire che deve cambiare modo e quando un giocatore ha la predisposizione ad ascoltare per me va bene, io li ascolto e quando hanno dei buoni argomenti, ascoltano”. Sulla possibilità che Christian Ansaldi venga schierato domenica dal primo minuto: “Sarà difficile che possa giocare 90 minuti, ma è comunque pronto per scendere in campo e sarà anche convocato”.

Frank-De-Boer
Sulle condizioni di Joao Mario: “Joao Mario si è allenato, lo ha fatto anche Brozovic. Stanno tutti bene, ce ne sono molti che possono essere convocati, ma devo fare delle scelte”. Sulla situazione di Marcelo Brozovic: “Ho detto a Brozovic che i social sono molto pericolosi e che devono capire quando usarli. In quel momento non andava bene e e non era giusto usarlo. Un portiere dell’Ajax ha fatto una foto durante l’intervallo. Non è una cosa giusta”.
Sulla possibilità che Massimo Moratti possa rientrare in società, però, Frank De Boer è sibillino: “E’ la prima volta che sento questa cosa. Non mi interessa. Io sto preparando una partita, dobbiamo rimanere concentrati sulla gara di domani”.

Circa il gruppo che potrebbe spaccarsi, con litigi vari all’interno dello spogliatoio, a causa dei titolarissimi e delle riserve messe in campo, l’allenatore olandese ha così parlato: “Vogliamo vincere sempre ma in certi momenti devo decidere il meglio per la squadra. Devo verificare in allenamento come stanno fisicamente e in questo momento non sono pronti per giocare ogni tre giorni”.

  •   
  •  
  •  
  •