Roma: top e flop della sfida contro il Napoli

Pubblicato il autore: matteo platania Segui

I giallorossi, con l’ immacolata prestazione contro il Napoli nella partita di ieri pomeriggio al San Paolo, sembrano essersi scrollati di dosso i fantasmi del passato. Il match contro il Torino e il non eccelso gioco contro l’ Inter nei precedenti confronti appaiono ora come incubi morti e sepolti.
Gli uomini di Spalletti hanno cambiato marcia: se prima avevano difficoltà nella circolazione del pallone e nel creare azioni
d’attacco, ora si son sciolti.Probabili formazioni Napoli Roma
Facciamo velocemente una rassegna dei giocatori presenti nel club giallorosso, distinguendo tra i top e i flop.
Dzeko: l’ attaccante bosniaco ci ha messo un bel pò a entrare nei meccanismi della Roma. Per la squadra è lui il vero punto di riferimento, il giocatore che deve creare azioni d’ attacco e tenere la sfera lontana dalla propria metà campo. Se, in un primo momento aveva grandi difficoltà a interpretare il ruolo e se sbagliava conclusioni in porta molto spesso facili, ora sembra esser rinato. Possiamo parlare di un “nuovo Dzeko” quello che si sta affermando in questa stagione, ma lasciamo parlare i numeri: nella precedente stagione, all’ ottava giornata di campionato, il bosniaco aveva realizzato solamente una rete, mentre in quella attuale, con la doppietta di ieri,si porta a sette reti (quasi un gol a partita). Si notano miglioramenti non solo dal punto di vista delle conclusioni, ma anche sotto quello della cattiveria, basti pensare che torna quasi sempre in difesa a dare una mano ai propri compagni. Riesce a sfuggire ai difensori; è lui che ieri è riuscito, grazie anche al suo fisico, a superare molto spesso Koulibaly. I suoi 193 centimetri gli permettono di segnare di testa, di controllare i pallonetti destinati a lui e di difendere al meglio la propria area di rigore quando gli avversari battono calci d’ angolo.
Salah, giocatore di grande velocità, tecnica e sacrificio, anche lui uno dei top. Riesce molto spesso a saltare il diretto avversario e di puntare l’ area di rigore avversaria; è lui a chiudere il match di ieri pomeriggio.
De Rossi, prima di questa partita, lo si considerava un flop: pessime le ultime prestazioni, soprattutto in Champions dove si è fatto espellere in seguito a un brutto fallo. Spalletti gli aveva tolto la fascia da vice capitano e data a Florenzi, questo gesto se in un primo momento veniva visto negativamente, ora sembra essere stato uno scossone per il giocatore che torna a tenere salda la difesa. Florenzi uno dei top, il sacrificio fatto persona. Riesce sempre a tornare in difesa nonostante le sue incursioni in attacco. Spesso da la palla di prima, a volte sbagliando, ma, allo stesso tempo, mettendo in difficoltà la difesa avversaria. E’ stata lui l’ arma decisiva per battere la rivale di ieri.
Manolas, Juan Jesus, Szczęsny, Naingolan in perfetta forma, mentre un flop è Emerson Palmieri.
Giocatore che non riesce a entrare nei meccanismi dei giallorossi e Spalletti ha grandi difficoltà a inserirlo come titolare.
Sembra non aver ancora assorbito la pessima prestazione in Champions dato che si è fatto espellere dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo.
Il tecnico può far affidamento a tanti giocatori; unica nota negativa nel club giallorosso la panchina, nel match di ieri pomeriggio, Spalletti si è trovato a far entrare El Sharaawy al posto di un esausto Naingolan. I due giocatori non ricoprono lo stesso ruolo e il tecnico è costretto a stravolgere il centro campo giallorosso, cambiando la disposizione dei calciatori.

Leggi anche:  Acceso scontro in radio tra Cruciani e Maradona junior
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,