Sampdoria-Palermo, le dichiarazioni dei protagonisti nel postpartita

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui
Foto LaPresse - Valerio Andreani 02 10 2016 Genova - (Italia) Sport Calcio Sampdoria vs Palermo Campionato di Calcio Serie A TIM 2016/2017 - Stadio "Luigi Ferraris" nella foto: fabio quagliarella Photo LaPresse - Valerio Andreani October 02 2016 - City Genova (Italy) Sport Soccer Sampdoria vs Palermo Italian Football Championship League A TIM 2016/2017 - " Luigi Ferraris" Stadium in the pic: fabio quagliarella

                                                      Fabio Quagliarella. Ancora una prova sottotono per l’attaccante blucerchiato

A differenza della trasferta di Cagliari, questa volta, il goal di Bruno Fernandes vale un prezioso pareggio in rimonta per i blucerchiati. Prestazione nel complesso non delle migliori. Qualche lampo di Muriel e poco altro per una Sampdoria che evita all’ultimo secondo la quinta sconfitta di fila. Se da una parte cominciano a non convincere certe decisioni di Marco Giampaolo, come l’ostinarsi a schierare Alvarez sulla trequarti, è anche vero che la retroguardia doriana continua a commettere errori molto ingenui.

LE DICHIARAZIONI
Marco Giampaolo: “Abbiamo giocato novantacinque minuti con grande intensità e quasi sempre nella metà campo avversaria. Il Palermo ci ha puniti su un episodio. Questo pareggio ha un sapore amaro per me, perché avremmo meritato molto di più. E comunque se la squadra è stata aggrappata fino all’ultimo a questa partita, significa che una mezza giustizia c’è, visto che abbiamo perso le ultime partite nei minuti finali”.
Su Skriniar:”Skriniar ha fatto una grande partita. Il gol è arrivato a causa di una disattenzione su un fallo laterale. Ma la colpa non è sua ma di Sala, ma detto questo non va gettata la croce addosso a lui”.
Sulla decisione di non schierare dall’inizio Bruno Fernandes: “Ci sono molti giocatori nel suo ruolo. Lui ha dato il suo contributo. Questa potenziale sconfitta sarebbe stata un’altra ingiustizia perchè abbiamo giocato 95 minuti nella loro metà campo. Il pubblico ha trascinato noi e i ragazzi hanno trascinato loro. Siamo qui a commentare un pari che ci sta stretto ma se siamo arrivati a strappare questo punto è perchè non molliamo mai”.

Lucas Torreira: “Questo è un punto importante. L’importante in gare come queste è non perdere, perché sono scontri diretti da non sbagliare. Oggi la squadra ha fatto una buona partita, creando molte occasioni. Magari sbagliamo alcune cose, ma la squadra è forte e unita e può crescere tanto. Nel calcio quando vieni da tante sconfitte è difficile perché non trovi il gol e e occasioni giuste per risollevarti, ma per fortuna oggi abbiamo trovato un punto importante. I tifosi ci hanno aiutato molto: è molto importante per noi averli dalla nostra parte. Bruno Fernandes? Ha grandi qualità e ce lo ha dimostrato in tante: oggi ha fatto un gol fantastico. Se lo merita”.

Bruno Fernandes
: “È stato un gol importante per tutta la squadra, perché siamo riusciti a pareggiarla. Come ho tirato? Sono riuscito a impattarla bene e sono molto felice per il gol. Oggi un po’ dispiace, perché siamo la squadra che ci ha provato di più e meritavamo la vittoria. Il mio ruolo? Io sono qua per mettere in difficoltà il mister. Tutti vogliamo giocare, è normale: io sono entrato e queste due volte ho fatto gol, ma l’importante è aiutare la squadra, al di là delle reti. Avere tanti giovani non è un problema. Abbiamo tutti voglia di giocare e dimostrare il nostro valore. Abbiamo un mix di giocatori giovani ed esperti. E anche se questo è un punto importante, una sconfitta non ci avrebbe tolto fiducia. Una dedica? Questo gol è per mia moglie, che aspetta un bambino. Questa rete è senza dubbio per lei“.

Roberto De Zerbi: “La delusione c’è, dispiace per come è arrivato il pareggio proprio allo scadere. La Sampdoria è una squadra forte e organizzata, sapevamo che sarebbe stato difficile ma essere raggiunti alla fine brucia parecchio. La squadra è matura di testa, per il resto dobbiamo allenarci, lavorare e migliorarci. Prendere una squadra in corsa, ma non è comunque un alibi, non è semplice ma stiamo facendo un bel lavoro“.

  •   
  •  
  •  
  •