Scandaloso a Cagliari, Giulini: “Caso Storari? Non potevamo metterci contro parte dello stadio”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Marco Storari

Sono passate diverse settimane da quando parte della tifoseria rossoblù contestava l’attuale capitano del Cagliari Marco Storari. La richiesta fatta dalla curva era quella di togliersi dal braccio la fascia da capitano, sia per il suo passato in bianconero, sia per alcuni fattori economici. Se all’inizio la società si era schierata a sostegno del portiere, consentendogli ancora l’uso della fascia in trasferta contro la Juventus, a Torino, col passare del tempo le cose sono cambiate. Infatti, le contestazioni quando la squadra giocava in casa sono aumentate, tanto che la società ha scelto di fare un passo indietro, ascoltare la tifoseria e togliere la fascia a Marco Storari. In un mondo calcistico, sempre più dominato dal volere dei suoi tifosi, anche la società del Cagliari si è lasciata trascinare in questo vortice di decisioni prese dal mondo esterno che non fanno sicuramente bene alla realtà calcistica italiana. In questi giorni è intervenuto il presidente Giulini che ha voluto spendere nuove parole sulla questione Marco Storari, facendoci capire ancora una volta che un paese normale non lo saremo mai, fino a quando la nostra classe dirigente sarà questa e verrà fatta pubblicità gratuita a chi visibilità non ne merita.


Le dichiarazioni del presidente Giulini

Giulini è intervenuto ai microfoni per ribadire la situazione del rapporto tra il portiere Marco Storari e i propri tifosi, lasciando delle dichiarazioni sulla scelta societaria che non lasciano alcun dubbio: “Ciò che a noi deve importare è aver fatto 6 punti in due partite. La Nord ci ha sostenuto per 95 minuti alla grande, non ci potevamo permettere di avere parte dello stadio contro in queste due partite in casa. Poi è chiaro che la situazione non ci è piaciuta, l’allenatore l’ha risolta con Storari nel modo più intelligente, affidando la fascia a Sau”, ha detto il patron rossoblù.
Il presidente ha poi aggiunto: “Questa contestazione ha motivazioni in cui credo non debba entrare la società. Non riteniamo che questo debba costituire un precedente. Marco in primis ha detto che forse questo gruppo non avrebbe sopportato una scelta diversa. Ha preferito fare un passo indietro e la società ne ha preso atto. Ora la fascia la porta Sau, un sardo fortissimo che ci ha guidati in B. Non l’ultimo arrivato. E tra poco torna capitan Dessena”.


Il comunicato Ultrà

Ecco il comunicato con cui il tifo organizzato del Cagliari si esprimeva nei confronti del proprio capitano: “Storari togliti la fascia. Juventino pezzo di m…a… Perché di questi tempi ci sono cose che non ci piacciono, atteggiamenti un po’ troppo rilassati, sbuffoneggianti, gente che forse è venuta a Cagliari pensando di fare il padrone a casa degli altri, e se una cosa non ci sta bene la esprimiamo senza se e senza ma. Parliamo non tanto del giocatore ma di un simbolo leggendario che qualcuno si è “accaparrato” come se avessimo la memoria corta, ma non è per niente così, per cui quel mercenario di Marco Storari non deve mai più scendere in campo da capitano, pensiamo sia un pensiero condiviso da tutti”. 
  •   
  •  
  •  
  •