Serie A, un sabato (quasi) da leoni!

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

dzeko-esulta-roma-agosto-2015-ifa                                                      Edin Dzeko protagonista assoluto della sfida Napoli-Roma

Questo sabato ha regalato grandi emozioni ma anche qualche delusione ai tifosi nostrani. Al centro della scena le prime della classe: Juventus, Roma e Napoli.
Napoli-Roma è stata disputata nel pomeriggio ed ha riservato gioie e dolori, a seconda dei punti di vista. Dopo un buon avvio di partita della squadra di Sarri, un errore grossolano di Koulibaly ha spianato la strada a Salah regalando a Dzeko il pallone del vantaggio, al 43′. Il bosniaco è stato così il protagonista assoluto di questa partita, firmando la doppietta che ha permesso agli ospiti di consolidare il vantaggio tra primo e secondo tempo. Il Napoli ha provato ad accorciare le distanze con un “penitente” Koulibaly, al 58′, ma Salah non ha dato tregua alla sventurata squadra, decretando l’esito della partita a pochi minuti dalla fine e chiudendo il cerchio. Gli occhi erano puntati su Napoli-Roma perché giudicata una partita decisiva per gli equilibri del campionato.  Il Napoli è reduce da percorso con nove gol fatti in tre partite, una buona dose di sfortuna ed una sconfitta, che francamente poteva essere evitata, a Bergamo. Oggi pomeriggio è arrivata anche la delusione contro la Roma che pesa quanto un macigno e che ha regalato ai  giallorossi il secondo posto.
Sicuramente entrambe le squadre hanno giocato in deficit, senza  la presenza di alcuni giocatori “strategici”: la Roma senza Thomas Vermaelen, Kevin Strootman e Bruno Peres mentre, a fare forse la differenza per i padroni di casa, l’assenza di Arkadisuz Milik, l’attaccante più forte del Napoli, a cui si è aggiunta la defezione del centrale di difesa Raul Albiol.  Napoli ha perso contro un avversario forte e rinvigorito, che al San Paolo ha mostrato tutte le sue capacità.
Una sconfitta che adesso deve far riflettere la squadra partenopea…
Archiviata questa partita, adesso l’attenzione si sposta su Juventus- Udinese che si sta svolgendo in questi minuti. I responsi sembrano tutti a favore della Juve.
Occhi puntati su Moise Kean, attaccante sedicenne della Primavera che ha appena stabilito un record: è il primo ragazzo del “Duemila” ad essere convocato per un match di Serie A! Una gran bella soddisfazione per la punta di diamante della Nazionale Under 17.  I tifosi bianconeri sono pazzi di questo piccolo prodigio, ora in panchina con la maglia numero 34.
La Juventus vuole dare una  scossa al campionato e le stelle sembrano assisterla mettendole sul cammino un avversario “facile”, ma, quasi giunti alla fine del primo tempo, questo nemico ha dimostrato che non ama essere sottovalutato, mettendo in difficoltà persino un osso duro come Buffon grazie alla bella azione di Jankto.  Il sogno è durato poco perché Dybala ha regalato due azioni spettacolari ed ha prontamente ribaltato la situazione. Era prevedibile ma qualche emozione in più avrebbe fatto piacere. La partita ha infatti regalato uno spettacolo tutto sommato piatto. La Juve ha vinto senza entusiasmare. Adesso ha guadagnato un punto in più sul secondo posto, ma ai tifosi è mancato il vero gioco. Pazienza, è andata così questa volta.
Restate con noi di SuperNews per seguire in diretta le vostre partite del cuore!

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •