Esonero Zenga: è finita con il Wolverhampton, se fosse lui il dopo de Boer?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Esonero Zenga, cacciato dal Wolverhampton, sarà lui il dopo de Boer?

Zenga

Essonero Zenga

Esonero Zenga, l’ex portiere non è più l’allenatore del Wolverhampton, l’Uomo Ragno è stata esonerato dal club inglese, che milita in Championship a causa degli scarsi risultati ottenuti in campionato. Un punto nelle ultime cinque partite e 18esimo posto in classifica, queste i numeri che hanno condannato all’esonero Zenga. Dopo un buon inizio di stagione, culminato con la vittoria in campionato contro il Newcastle di Rafa Benitez, i Wolves hanno cominciato a calare sempre più fino a precipitare in classifica e a indurre i dirigenti a sollevare Zenga dall’incarico di manager. Dopo Di Matteo e Guidolin dunque anche Zenga si iscrive al poco felice club degli allenatori italiani esonerati in Inghilterra. L’esonero Zenga arriva nel momento in cui la panchina dell’Inter è in bilico, de Boer è a rischio, è chiaro che il nome dell’ex portiere interista già accende la fantasia del tifo nerazzurro sui social. Dopo l’esonero alla Sampdoria e quest’ultimo al Wolverhampton, la panchina dell’Inter potrebbe essere la grande occasione per una carriera da allenatore povera di soddisfazioni fino ad ora.
Zenga all’Inter ridarebbe anche un po’ di entusiasmo al depresso popolo nerazzurro, a consegnargli la panchina interista potrebbe essere un suo ex compagno di squadra, quel Sinisa Mihjlovic che mercoledì sera proverà ad affossare definitivamente de Boer con il suo Torino.

Esonero Zenga, una carriera in giro per il mondo sempre con l’Inter nel cuore

Walter Zenga è stato uno dei portieri più forti dell’Inter e della storia del calcio italiano, titolare per molti anni con la nazionale azzurra. Anche se la sua carriera con l’Italia fu macchiata da quella infelice uscita su Caniggia durante la semifinale Italia-Argentina ai Mondiali del 1990. Da allenatore Zenga non ha avuto le stesse gioie che gli dato la carriera da giocatore, Romania,Italia,Turchia,Serbia, Emirati Arabi, sono alcune del giro del mondo effettuato dall’Uomo Ragno. Zenga però ha avuto sempre e solo un grande sogno, allenare l’Inter, ci è andato vicino nel novembre del 2014, quando Walter Mazzarri venne esonerato, ma poi i nerazzurri scelsero Roberto Mancini. Se mercoledì sera l’Inter facesse un’altra brutta figura contro il Torino il destino di de Boer sarebbe segnato e Zenga potrebbe davvero coronare il suo sogno, sedersi finalmente sulla panchina nerazzurra.

  •   
  •  
  •  
  •