Conferenza stampa Spalletti: “Domani ci sarà da combattere, noi siamo pronti”

Pubblicato il autore: antonio lucia

Conferenza stampa Spalletti: “Bisogna migliorare in concretezza per arrivare al livello della Juve”
Conferenza stampa Spalletti
CONFERENZA STAMPA SPALLETTI: LA VIGILIA DI ATALANTA-ROMA

Superata la sosta per le Nazionali, la Serie A torna in campo e tra le partite più interessanti della tredicesima giornata c’è senza dubbio quella tra Atalanta Roma, in programma domani alle ore 15 allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo.
I giallorossi, secondi in classifica a -4 dalla Juventus capolista, vogliono continuare l’inseguimento ai pluricampioni d’Italia, ma conquistare i 3 punti a Bergamo non sarà affatto facile, considerato l’eccellente stato di forma dell’Atalanta di Giampiero Gasperini, che, dopo un difficile avvio di campionato, ha clamorosamente spiccato il volo, conquistando ben 19 punti su 21 disponibili nelle ultime 7 gare: una media da scudetto che l’ha portata dalle retrovie della graduatoria fino al quinto posto, in piena zona Europa.
Insomma, due squadre con tanta voglia di sognare.

Leggi anche:  Salernitana: Radovanovic escluso dalla lista della Serie A. C'è un motivo, eccolo

CONFERENZA STAMPA SPALLETTI

Ecco le parole di Luciano Spalletti nella conferenza stampa della vigilia.
Prima il tecnico toscano ha fatto il punto sugli infortunati: “Sono rientrati  Manolas ed Emerson Palmieri, Totti è da valutare, Paredes oggi rientra in gruppo, Vermaelen potrebbe tornare con il gruppo nella settimana prossima, Mario Rui giocherà con la primavera sabato prossimo”.
Spalletti ha potuto godersi in questa sosta anche StrootmanNainggolan, che tradizionalmente vengono convocati dalle rispettive Nazionali: “È stato davvero importante poter lavorare anche con gran parte della squadra durante la sosta, soprattutto dal punto di vista fisico”.
Grandi elogi per l’Atalanta, avversario di domani: “Sicuramente è una delle migliori squadre del campionato, sia a livello di risultati sia a livello di gioco. Sono molto bravi nei duelli individuali, Gasperini è particolarmente preparato su questo aspetto. Ci sarà da combattere, noi siamo pronti”.
Il commento su Dzeko espulso in Grecia-Bosnia: “Deve ancora crescere nella scelta degli atteggiamenti e nella valutazione dei momenti delle partite”.
Sull’incidente stradale occorso a Bruno Peres, il tecnico toscano è indulgente: “Ci ho parlato, lui era molto dispiaciuto e arrabbiato con se stesso. Noi abbiamo la responsabilità dell’immagine della Roma. Tuttavia, sono cose che possono succedere”.
Sul gap con la capolista: “Bisogna imitare la Juventus, ossia vincere le partite come le vincono loro. Loro sono molto bravi nel cogliere l’attimo, nel valutare i momenti delle gare. Noi dobbiamo ancora consolidare quello che abbiamo fatto nell’ultimo periodo, dobbiamo imparare a cogliere i 3 punti, anche quando non giochiamo in modo eccelso. Dobbiamo migliorare per avvicinarci a loro”.
Spalletti ha fatto anche qualche piccolo accenno al suo futuro: “Bisogna meritarsi di stare alla Roma: io voglio dare una dimostrazione alla società prima di firmare un contratto”.
Su De Rossi “Lui è stato importante per la crescita di tutta la squadra: stiamo lavorando in maniera seria, i giocatori sono seri e hanno obiettivi importanti. Per noi Daniele è un giocatore fondamentale”.
Sulla domanda relativa alla richiesta di Ventura di anticipare l’inizio del campionato prossimo, per poter preparare al meglio la fondamentale sfida contro la Spagna, Spalletti ha dato la sua piena disponibilità a venire incontro al commissario tecnico: “Ventura è un allenatore attento, bravo, che ha già portato un suo modo di pensare. Se lui ha quest’esigenza bisogna cercare di accontentarlo, anche perché siamo tutti tifosi della Nazionale”.

  •   
  •  
  •  
  •