Derby Milan-Inter: Montella contro Pioli per la conquista di Milano. Sale la febbre da stracittadina

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco

Derby Milan-Inter ci siamo, dopo la sosta per le Nazionali il 20 novembre lo stadio San Siro sarà teatro del tanto atteso derby della Madonnina

main_milinter

Milan-Inter, Stadio San Siro ore 20:45 domenica 20 novembre

Milan-Inter a voi la parola. Anche se non se n’è smesso mai di parlare perché quando di mezzo c’è il derby l’atmosfera inizia a diventare caliente dal minuto dopo il fischio finale dell’ultima partita di campionato disputata, nell’ultima settimana le attenzioni sono state quasi tutte rivolte ad altro, a partire dal cambio tecnico dei nerazzurri con Pioli che è subentrato in corsa a De Boer, al tanto atteso closing per la cessione del Milan fissato per il 2 o il 12 dicembre passando per le doppia sfida della Nazionale italiana contro Liechtenstein e Germania.
Il fatidico 20 novembre si sta avvicinando ed è impossibile pensare ad un clima disteso tanto per il Milan quanto per l’Inter perché il derby è il derby e non conta se in campionato sei in uno stato di grazia o meno perché quei novanta minuti azzerano tutto quanto e si parte alla pari.

Leggi anche:  Stankovic affila le lame in previsione del Monza

Serie A, derby Milan-Inter sale la febbre da derby

Gli 8 punti che al momento separano Milan e Inter, domenica 20 novembre saranno annullati perché il derby da sempre è una partita a sé in Serie A e il risultato non è mai scontato come si potrebbe, invece, pensare perché tutto dipende dagli stimoli o dalle emozioni del momento.
Milan-Inter arrivano in maniera differente a questo derby soprattutto per un motivo, i nerazzurri hanno cambiato la guida tecnica e solitamente quando c’è un allenatore nuovo alla prima uscita ufficiale si trovano stimoli in più; non è comunque da sottovalutare anche lo stato d’animo dei due bomber delle squadre, Icardi e Bacca con il primo a quota 10 reti e in netta riprese mentre il colombiano non sta attraversando un buon momento, le reti non arrivano da oltre un mese e la sua titolarità sembra essere stata messa in discussione senza dimenticare che i rumors di mercato sono sempre più insistenti.
Milan-Inter è soprattutto Montella contro Pioli, due tecnici italiani che prediligono la qualità al fisico e che hanno tutte le carte in regola per poter dar vita ad una partita entusiasmante al di là del risultato.
Insomma gli ingredienti ci sono tutti e accantonata la sosta per le Nazionali è tempo di derby soprattutto per le due tifoserie da sempre fautrici di coreografie di elevata fattura che rendono ancora più accogliente e maestoso il teatro che manderà in scena Milan-Inter, lo stadio San Siro

  •   
  •  
  •  
  •