Ferrero, quando lo sport si mischia alla politica

Pubblicato il autore: Masi Vittorio
èpoè+à

Il tweet del Presidente della Sampdoria a favore del prossimo referendum

Ormai si sa, difficilmente Massimo Ferrero non riesce a far parlare di sè. Può trattarsi di un’intervista post-partita o di un’ospitata in qualche programma, ma il presidente della Sampdoria lascia sempre il segno. Basti pensare all’ultimo battibecco avuto con Gene Gnocchi durate Matrix Chiambretti condotto dall’omonimo presentatore. Uno scambio colorito di opinioni, in poco tempo diventato virale su web.
Quello che non si era ancora visto, però, era un Ferrero ‘impegnato nel politico’. Qualche ora fa, il viperetta ha lanciato una sorta di slogan elettorale sul proprio account di Twitter: “Dai all’Italia una possibilità! Di cambiamento. Cogli l’attimo, è troppo facile dire sempre no. Io voto sì e tu? Sali a bordo del sì“. Lasciato da parte il mondo del pallone, questa volta il patron blucerchiato invita l’Italia a votare a favore del prossimo referendum, previsto ad inizio dicembre. I social sono potenti mezzi divulgativi, ed il loro scopo, per l’appunto, è quello di amplificare la cassa di risonanza di qualsivoglia pensiero. Nulla da dire, quindi, sul lato comunicativo. Diverso, invece, il discorso per quel che concerne il contenuto. Non volendo entrare nello specifico della vicenda referendaria, suona abbastanza insolito come un presidente di una Società di calcio possa lanciarsi in un appello di questo tipo. Proprio per questo motivo Ferrero riesce spesso a guadagnarsi ampio spazio mediatico. Ai vari appelli sul “sì” e sul “no”, con protagonisti Renzi, Salvini & co., oramai l’italiano è assuefatto. Ma, nel momento in cui irrompe sulla scena un personaggio non appartenente al mondo politico, conosciuto per il suo modus operandi, tutto cambia. Come mai? Semplicemente perchè una persona, che rompe gli schemi, riesce ad accendere l’interesse verso di sè e, come in questo caso, verso un argomento non poco inflazionato. In questo Ferrero ha dimostrato ancora una volta di non avere rivali. Ma, resta da domandarsi se sia appropriato un suggerimento così netto riguardo a tematiche non solo più importanti, ma anche ben diverse, da tutto ciò che invece ruota attorno al mondo del calcio.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Empoli-Torino diretta tv e streaming: Sky o DAZN?
  •   
  •  
  •  
  •