Genoa Juventus, Juric: “Che goduria, adesso il Perugia, vale come la Champions”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

simeone

Nessuno si aspettava questo Grifone al Ferraris. Genoa Juventus, un 3 a 1 che non ha lasciato scampo ai campioni d’Italia apparsi deconcentrati, senza idee, al cospetto di un Grifone aggressivo, pimpante e deciso a vincere la partita. Al termine della partita in sala stampa Juric ha analizzato Genoa Juventus:

“Siamo tutti contenti, bella gara, tosti e concentrati come volevano fare. Battere Juve cosi è un grande piacere. Loro sono i più forti. Abbiamo sofferto solo i primi 10 minuti, poi ripreso il controllo, forse unica nota negativa quando sono rimasti senza Dani Alves. Abbiamo interpretato bene la gara rischiando poco. La Juventus va affrontata con coraggio, bisognava anche rischiare aggredendo alti, ci è andata bene. Ci siamo poi sistemati trovano equilibrio giusto giocando bene trovando la palla del gol con Simeone. Con uscita di Dani Alves siamo calati”

Juric ha esaltato tutto il gruppo al termine di Genoa Juventus:

Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...

“Oggi hanno fatto tutti bene, a Roma è stata una brutta partita anche a mia sorpresa, oggi complimenti a tutti, sapevo che non c’erano problemi fisici e mentali. Oggi lo abbiamo dimostrato, avevo timore dopo la brutta prestazione invece i ragazzi hanno risposto bene. I ragazzi erano felici, hanno fatto una vittoria particolare, abbiamo avuto anche le palle per fate il quarto gol. Noi abbiamo fatto due partite brutte come a Bergamo e con la Lazio, ci mancano punti con pescara Udinese ed Empoli. Senza concentrazione non vale nulla”

Il mister rossoblù ha poi svelato un segreto sulla partita:

“Abbiamo imparato da Siviglia dove se si aggredisce in modo goduto si fa bene. Non volevano dare spazio a loro, ci siamo riusciti in tutte e due le fasi”

In modo particolare Juric ha esaltato anche Cofie:

Leggi anche:  Pagelle Juventus - Bologna 2-0: centrocampo rivitalizzato, il Bologna fa troppo poco

“Lui è un ragazzo che non sbaglia mai un allenamento, oggi ci ha dato sostanza, ogni volta fa errori che sporcano le prestazioni, ma per il resto prestazione bella. Si cresce, Simeone, il gruppo”.

Adesso sotto con il Perugia in Coppa Italia giovedì:

“In campionato voglio salvarmi bene e fare vedere squadra crescere, con la Lazio sono rimasto sorpreso, oggi squadra vera, avanti cosi. Ora la Coppa Italia può dare emozioni, non so se riuscivamo, ma questo può fare emozioni, dobbiamo preparare la gara come una finale di Champions.  Alla Coppa Italia ci tengo, le società come la nostra non vincerà lo scudetto, ma bisogna affrontare come cosa che ci può dare emozioni, il Perugia gioca 4 3 3 e a buoni livelli. Coppa italia è come Champions se usciamo sarebbe delusione”

  •   
  •  
  •  
  •