Juventus Pjanic cosa succede? Buono solo per le punizioni?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini

Juventus Pjanic non convince, in questi primi mesi a Torino il bosniaco è apparso l’ombra del giocatore ammirato a Roma, ma i precedenti di inserimenti lenti fanno ben sperare Allegri.

juventus pjanic

Juventus Pjanic, il bosniaco non convince

Juventus Pjanic continua a non convincere, anche nella serata di Champions League contro il Siviglia il bosniaco è sembrato piuttosto avulso dal gioco della squadra di Allegri, nonostante il mister bianconero lo abbia schierato nella sua posizione congeniale. Pjanic, grande acquisto dell’estate bianconera insieme a Higuain, non è ancora quel valore aggiunto per il centrocampo della Juventus. Il bosniaco non ha ancora giustificato gli oltre 30  milioni di euro che Marotta ha sborsato per strapparlo alla Roma, nonostante la Juve sia prima in campionato e in Champions League. Alla base delle difficoltà di Pjanic ci potrebbero essere dei problemi di natura fisica, il bosniaco sta forse scontando il cambio di preparazione da Spalletti ed Allegri. Il centrocampista ex Lione anche alla Roma ha avuto un inserimento lento, i primi anni difficili con Luis Enrique e Zeman, prima di esplodere con Garcia. Pjanic non ha quella personalità per imporsi subito all’interno di un gruppo, ma ha bisogno di tempo per inserirsi. Allegri fino ad ora sta coccolando molto il bosniaco, avendo nei suoi confronti parole dolci anche quando Pjanic non offre prestazioni all’altezza della situazione. Il centrocampo della Juventus sta avendo i primi benefici dal ritorno di Marchisio, anche se il numero 8 bianconero non può essere al top dopo il lungo stop per l’infortunio al ginocchio. Con Marchisio al 100% anche Pjanic potrebbe veder lievitare il suo rendimento, almeno così si augurano nell’ambiente Juventus. Il bosniaco fino ad ora è stato poco incisivo anche sui calci da fermo, un gol contro il Chievo, peraltro decisivo e uno annullato al Milan. Marotta e i tifosi della Juventus si augurano di vedere presto il vero Pjanic, anche perché aver speso tanti soldi per uno che azzecca una punizione ogni tanto non sarebbe proprio l’ideale per i bianconeri.

Leggi anche:  Ennesimo disastro della Juventus: sconfitta per 0-2 contro il Monza

Juventus Pjanic come Zidane? Anche il francese stentò all’inizio

Juventus Pjanic non è l’unico che in maglia bianconera ha avuto della difficoltà di inserimento, come il bosniaco anche altri campioni hanno stentato nei primi mesi a Torino. Zidane è l’esempio più chiaro, i primi sei mesi di Zizou con la Juventus furono molto deludenti, tanto che perfino l’avvocato Agnelli espresse dubbi sul real valore del giocatore che arrivava dal Bordeaux. Anche Pavel Nedved ebbe un inserimento lento all’inizio della sua avventura nella Juventus, arrivato dalla Lazio per 70 miliardi visse momenti non buoni al primo anno Torino. Andando indietro nel tempo alla Juventus anche Platini ebbe un impatto tutt’altro che memorabile in maglia bianconera. Evidentemente calarsi nella realtà della Juventus non è facile neanche per grandi campioni, Pjanic quindi può stare più sereno, a patto che faccia vedere in breve tempo quello che ha fatto la gioia dei tifosi della Roma negli ultimi anni.

  •   
  •  
  •  
  •