Moviola Serie A: tanti errori in Genoa-Juventus e Inter-Fiorentina

Pubblicato il autore: antonio lucia

Moviola Serie A, ecco gli episodi del quattordicesimo turno, analizzati partita per partita

Moviola Serie A

MOVIOLA SERIE A: GLI EPISODI DELLA 14ª GIORNATA

Si è appena conclusa la 14ª giornata del campionato italiano e occorre fare il punto su quelli che sono stati i principali episodi da moviola nelle gare disputate domenica e lunedì. È stato un turno particolarmente ricco di spunti in tal senso, soprattutto nelle partite più in vista, ossia GenoaJuventusInterFiorentina.
Ma andiamo con ordine.

MOVIOLA SERIE A, PALERMO – LAZIO: arbitro Guida
Buona partita per Guida, che non ha commesso errori decisivi. L’arbitro campano è ritornato in campo dopo un mesetto di assenza (l’ultima gara arbitrata era stata Pescara-Atalanta della decima giornata), e lo ha fatto bene. Giusta l’espulsione di Gonzalez che abbatte Lombardi, che si era involato verso la porta rosanero. Corretta anche la decisione sull’intervento in scivolata di Radu su Quaison: il rumeno prende la palla, non è rigore.

MOVIOLA SERIE A, BOLOGNA – ATALANTA: arbitro Mariani
Positiva la prestazione di Mariani. È regolare la rete del vantaggio atalantino: sul cross di Gomez, Masiello è tenuto in gioco da Gastaldello, mentre Petagna è in fuorigioco, ma il pallone non è diretto a lui e lui non fa nulla per interferire nell’azione. Giusta anche la decisione sul tiro di Petagna che sbatte sul braccio di Torosidis: braccio vicino al corpo.

Leggi anche:  Cagliari: Ranieri contro il Benevento userà il jolly, da decidere il ruolo

MOVIOLA SERIE A, CAGLIARI – UDINESE: arbitro Pairetto
Buona gara anche per Pairetto. Giusto assegnare il rigore al Cagliari, Karnezis in uscita va dritto sulle gambe di Farias: corretto anche il cartellino giallo, e non il rosso, mostrato al portiere friulano.

MOVIOLA SERIE A, CROTONE – SAMPDORIA: arbitro Maresca
Buona domenica anche per Maresca, che, grazie al provvidenziale aiuto dei guardalinee, indovina le decisioni riguardo ai due goal: sono entrambi regolari. Nell’azione della rete del Crotone, infatti, Palladino, che calcia prima della ribattuta vincente di Falcinelli, è tenuto in gioco da Skriniar. Allo stesso modo, anche Quagliarella, che fornisce l’assist a Bruno Fernandes per il pareggio doriano, è di pochissimo in posizione regolare (decisivo un piede di Rosi).

MOVIOLA SERIE A, GENOA – JUVENTUS: arbitro Mazzoleni
Per nulla convincente la prestazione di Mazzoleni, che, episodi a parte, è apparso in difficoltà per la gestione dell’intero match. Oltre a vari falli mal giudicati e ad ammonizioni mancate, l’episodio più eclatante è il rigore non assegnato alla Juventus nel finale di primo tempo, sul punteggio di 3-0. Mandzukic protegge il pallone in area, e Ocampos, arrivando da dietro con imperizia, lo affossa: rigore netto. In quest’occasione non ha aiutato nemmeno l’addizionale Rocchi, che era molto vicino all’azione.

Leggi anche:  Commisso: "La Fiorentina non è in vendita"

MOVIOLA SERIE A, ROMA – PESCARA: arbitro Irrati
Partita sufficiente per Irrati. A parte le ammonizioni (alcune sono un po’ eccessive), il team arbitrale ha ragione su quasi tutti gli episodi. Regolari le due reti di Dzeko, giusto il rigore assegnato alla Roma (segnalato dall’addizionale Celi): Perotti, con maestria, difende il pallone e Crescenzi lo colpisce.
Sembra invece da annullare il primo goal del Pescara: sul tiro di Memushaj, Pepe appare oltre la linea difensiva romanista, e salta quando passa il pallone (diventando perciò attivo).

MOVIOLA SERIE A, NAPOLI – SASSUOLO: arbitro Valeri
Ottima direzione per Valeri, che tiene bene in pugno la gara: si mostra deciso fin dall’inizio, estraendo ben quattro cartellini gialli nella prima frazione. Non ci sono episodi eclatanti da segnalare.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Salernitana-Juventus: diretta tv e streaming live

MOVIOLA SERIE A, INTER – FIORENTINA: arbitro Damato
Molto male Damato nella gara che ha chiuso il quattordicesimo turno di Serie A. A parte la gestione del match, di certo non impeccabile, l’arbitro pugliese sbaglia in due episodi determinanti della partita. Il primo è alla mezz’ora, sul punteggio di 3-0 per l’Inter, quando in area nerazzurra Gonzalo Rodriguez viene colpito da Miranda, che è in ritardo: era rigore.
Il secondo è allo scadere del primo tempo, sul 3-1. Icardi si invola verso la porta viola e Gonzalo Rodriguez lo stende: fallo evidente, ma il rosso è decisamente eccessivo, dal momento che l’attaccante argentino si era allungato la palla e non era chiara occasione da rete.
Anche il 4-2 dell’Inter potrebbe essere viziato, perché la ripartenza nasce da un possibile fallo su Chiesa.

  •   
  •  
  •  
  •