Nessun ribaltone sulla panchina del Palermo: De Zerbi resta

Pubblicato il autore: nicola bargione Segui

de zerbiSette sconfitte consecutive in campionato, sette sconfitte in altrettante partite casalinghe, l’ultima vittoria del Palermo risale al 21 Settembre e l’ultimo punto conquistato dai rosa  risale al 2 ottobre scorso, fuori casa contro la Sampdoria. Un ruolino di marcia così negativo che sono stati battuti persino record storici appartenenti alla Serie A e al club di Viale del Fante.
La partita di ieri contro la Lazio, era un crocevia per la stagione del Palermo e soprattutto per Roberto De Zerbi, dato  l’andamento pessimo. La sconfitta ha lasciato strascichi negativi, in particolare nei tifosi, ormai disinnamorati di questa squadra e soprattutto senza più passione.
La panchina del mister bresciano traballava da parecchie settimane, infatti circolavano i nomi per il suo successore, ma Zamparini ha smentito la sua fama di ” mangia allenatori ” e in particolare tutti quelli che credevano nell’arrivo di un nuovo allenatore per la panchina del Palermo.
Nella serata di ieri circolavano i nomi di allenatori che si potevano avvicinare al Palermo: Reja, Corini, ma in particolare si parlava di un clamoroso ritorno di Davide Ballardini.
Edy Reja, già nelle scorse settimane aveva declinato l’invito di Zamparini e anche ieri non ha accettato l’offerta. Eugenio Corini, idolo e amato ex capitano del Palermo, poteva avvicinarsi alla panchina rosanero, ma anche lui ha rifiutato.
Davide Ballardini sembrava essere a un passo dal ritorno sulla panchina del Palermo, ma i rapporti burrascosi fra il tecnico ravvenate e il presidente friulano, potrebbero aver mandato tutto a monte. A questo punto punto l’unica via possibile per Zamparini è stata confermare sulla panchina del Palermo De Zerbi.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Monopoli, streaming gratis e diretta tv in chiaro Antenna Sud

Circa un’ora fa, sul sito ufficiale del Palermo Calcio, il Presidente Zamparini ha rilasciato questo comunicato  :

“Onde evitare notizie non vere, pur in un momento estremamente difficile per i risultati estremamente negativi della squadra, dopo aver esaminato attentamente la prestazione di ieri con tanti difetti (record di sconfitte) e qualche nota positiva nella prestazione dei nostri giocatori, ho comunicato al nostro mister De Zerbi di voler continuare il lavoro con lui, anche se il percorso della salvezza sarà difficile.
Certamente i motivi della situazione negativa vanno con serenità ricercati sia nella rosa costruita dalla società (uscita di Sorrentino, Vazquez, Lazaar, Gilardino, Maresca; entrata di Bruno Henrique, Aleesami, Sallai, Nestorovski, Diamanti, Embalo, Rajkovic, Gazzi), sia nella serie impressionante di infortuni (Trajkovski, Rajkovic, Gonzalez, Embalo, Balogh, Bentivegna) che hanno tolto uomini determinanti come difensori, sia nella messa in campo della squadra da parte dell’allenatore nuovo.
Cercheremo con estrema determinazione di uscire da questa situazione insieme a De Zerbi, poiché credo che soluzioni diverse non porterebbero risultati più positivi. Ho comunicato, viste le notizie uscite sulla stampa odierna, questa mia volontà al nostro allenatore.
Invito la squadra a credere nella salvezza: crederci sarà determinante, credendo io (anche dalle prestazioni) che questo organico e questo allenatore non siano da questa classifica.
Comunque, anche con l’arrivo imminente di nuovi soci che porteranno nuovi capitali per la società, io resterò, anche se non come presidente, sino a che in un futuro non lontano torneremo in Europa.
Il Presidente Maurizio Zamparini “

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: