Roma, statistiche ok, ma non bastano. I perchè di una stagione per ora fallimentare

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa

roma spalletti

La squadra giallorossa sta disputando a detta di tutti un ottimo campionato, con il secondo posto solitario dietro alla Juventus, che dista 4 punti.

Se però le statistiche dipingono la squadra giallorossa come la migliore squadra del campionato, con il miglior gioco, sicuramente esse non bastano per portare i sogni del tricolore nella capitale, sponda giallorossa.
Riepiloghiamo qualche statistica:

Roma: 26 punti in 12 partite, 8 vittorie (6 in casa, 2 in trasferta), 2 pareggi e 2 sconfitte, 29 gol fatti, 12 . Media di 2,16 punti a partita.

La Juventus, squadra con cui la Roma, sempre a detta dei più, è diretta inseguitrice per lo scudetto ha queste statistiche:

Juventus: 30 punti in 12 partite, 10 vittorie, 2 sconfitte (entrambi a San Siro contro le milanesi), 25 gol fatti e 9 subiti.  Media di 2,5 punti a partita.

In sostanza la Juventus ha vinto le due partite che la Roma ha pareggiato. Ma al di là di queste statistiche, vediamo che le due squadre al vertice hanno avuto calendari molto diversi tra loro, con la Roma che deve disputare ancora match molto importanti.

Leggi anche:  Quando Moncalvo disse: "Le nostre vittorie sono sporche. Mi vergogno di Agnelli, CR7, Bonucci, Paratici, della scalmanata turca..."

Focalizzandoci sulle partite della Roma, ci accorgiamo che la squadra giallorossa ha raccolto meno di quanto avrebbe dovuto fare una squadra in lotta per lo scudetto.

Roma – Udinese 4-0
Cagliari – Roma 2-2, con la Roma avanti di due gol e che si è fatta recuperare, contro una squadra che ha preso 3-4 gol a partita.
Roma – Sampdoria 3-2, con la Roma sotto di due gol, poi riacciuffata grazie a Totti, il che è tutto dire…
Fiorentina – Roma 1-0, match equilibrato sbloccato da un gol di Badelj, probabilmente la Roma avrebbe meritato almeno un punto.
Roma – Crotone 4-0
Torino – Roma 3-1
Roma – Inter 2-1
, un match con due difese ingurdabili, vinta dalla squadra di casa, ma anche qui il match è stato equilibrato.
Napoli – Roma 1-3, con la Roma che è sembrata tecnicamente superiore ad un Napoli in perenne difficolà, che sta disputando un campionato sottotono.
Roma – Palermo 4-1
Sassuolo – Roma 1-3
Empoli – Roma 0-0
Roma – Bologna 3-0

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Salernitana-Juventus: le scelte di Nicola e Allegri

Come possiamo notare, la squadra di Spalletti ha vinto abbastanza agevolmente tutte le partite in casa, affrontando però squadre nettamente inferiori.
In trasferta è uscita sconfitta a Torino e a Firenze, riuscendo a vincere solo contro il Sassuolo e a Napoli, pareggiando a Cagliari e ad Empoli.

Il calendario giallorosso è stato finora molto agevole e semplice. La Roma infatti adesso deve completare il girone di andata giocando ancora contro Atalanta, Pescara, Lazio, Milan, Juventus, Chievo, Genoa.
Possiamo affermare che il bello arriva adesso per i capitolini, con le trasferte a Bergamo, a Torino e a Genova, e le sfide sulla carta agevoli in casa contro Pescara e Chievo, ma con il derby contro la Lazio. 

Le statistiche contano, ma lasciano il tempo che trovano, perchè non sempre corrispondono alla realtà. Si guardi per esempio alla sfida del “Castellani” di qualche settimana fa, con la Roma che arrivava al match con il miglior attacco, e l’Empoli con il peggiore. Risultato: 0-0.

Leggi anche:  Salernitana: Radovanovic escluso dalla lista della Serie A. C'è un motivo, eccolo

Chi a Roma parla di scudetto dimentica che la squadra ha incontrato le predette squadre e ha perso punti importanti in partite dove la Juventus difficilmente perde (Empoli e Cagliari su tutte).

Il cammino quindi è ancora tutto in salita, con il distacco che è già di 4 punti… non sarà facile recuperare tutti questi punti, con il girone di andata che terminerà con match impegnativi ed un girone di ritorno da giocare con tanti match insidiosi in trasferta.

Sarà bene quindi rivedere la posizione della Roma al termine del girone di andata, quando le squadre prendono le posizioni per tentare il forcing nel girone di ritorno. Solo allora ne sapremo di più su dove potrà arrivare la squadra giallorossa.

Un campionato, quello giallorosso, tutt’altro che spumeggiante. Anzi, con la squadra già in ritardo, nonostante le molteplici partite facili giocate.  

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: